fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat “The Heat way”, Jimmy Butler si è preso la serie contro i Bucks

“The Heat way”, Jimmy Butler si è preso la serie contro i Bucks

di Michele Gibin

Se dovessimo trovare una definizione pratica di “uomo nel suo elemento naturale”, questa sarebbe un’immagine di Jimmy Butler in maglia Miami Heat.

L’All-Star ex Bulls, Twolves e Sixers si è imposto dopo tre partite come il miglior giocatore di una serie di playoffs in cui compete anche l’MVP in carica e probabile nuovo MVP NBA, Giannis Antetokounmpo.

I Miami Heat di Butler hanno esposto e sfruttato in modo sinora perfetto i punti deboli dei Milwaukee Bucks, costruito attorno a Giannis una “gabbia” difensiva da cui il greco solo raramente è riuscito a evadere, e scommesso sulle indecisioni di Eric Bledsoe, e sulle percentuali di Brook Lopez, George Hill, Donte DiVincenzo e Kyle Korver.

Per il resto, ovvero per vincere le partite in volata nel quarto periodo ci ha pensato mister Jimmy Butler.

Nel quarto periodo di gara 3, solo Butler ha segnato più punti di tutti i Bucks messi assieme (17 a 12), l’ex 76ers ha chiuso con 30 punti e 19 tiri liberi tentati (14 i centri), con 7 rimbalzi, 6 assist e +23 di plus\minus. Il trio Butler-Dragic-Crowder ha dominato contro gli esterni avversari, Bam Adebayo è riuscito a contenere i problemi di falli e controllato il traffico sotto canestro.

Ma la grande fiducia dei Miami Heat nei loro mezzi nasce da quella inossidabile di Jimmy Butler, il più tipico dei “go-to-guy” NBA: “Udonis Haslem è venuto da me, mancavano 8 minuti alla fine, e mi ha detto: ‘non farci perdere, vinci questa partita’. E’ come se si fosse accesa una luce per me, lui ha giocato con alcuni dei più grandi, averlo al mio fianco oggi è ‘tanta roba’“.

Leadership, fiducia e freddezza nei finali di partita che si sono visti soprattutto nel quarto periodo, con gli Heat in vantaggio di 4 punti a poco più di un minuto dal termine. Butler penetra, si trova sotto canestro e in aria, con un angolo di passaggio difficile ma senza perdere il controllo trova sul perimetro Jae Crowder (37% al tiro da tre in questi playoffs) per una tripla che spezza la resistenza dei Milwaukee Bucks.

Tutti guarderanno ai suoi 30 punti, ma nel primo tempo si è preso soli 3 tiri“, così coach Erik Spoelstra dopo la partita “Lui fa tutto quello che serve per dare alla sua squadra una chance di vincere, sia in attacco che in difesa. Sa leggere le partite, sa quando alzare il livello in difesa e come segnare quando servono due punti“.

Jimmy è il guerriero definitivo“, così Meyers LeonardTanti si sono chiesti: ‘ma lui è davvero così o è solo un c*****e?’. No, Jimmy è un vincente, che pretende dagli altri lo stesso livello di attenzione, energia e concentrazione. Sta tirando fuori il meglio da tutti noi. Haslem gli ha detto di diventare il miglior giocatore di questa serie, e lui lo ha fatto, la sua capacità di coinvolgere i compagni, tutte le piccole cose che fa in difesa… Jimmy Butler è un vero leader, un gran compagno di squadra ed un grandissimo giocatore“.

I miei compagni credono in ciò in cui credo io, ovvero essere onesti, lavorare duro, e credere di poter battere chiunque“, così Butler “Qui ai Miami Heat si fa così“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi