Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Dopo oltre 2 anni, Jonathan Isaac è tornato un giocatore di basket. E ora?

Dopo oltre 2 anni, Jonathan Isaac è tornato un giocatore di basket. E ora?

di Riccardo Rivoli
jonathan isaac

L’ala dei Magic Jonathan Isaac torna in campo dopo 2 anni e mezzo e segna 10 punti nella vittoria contro i Boston Celtics.  Il numero 1 di Orlando non giocava una partita ufficiale dal 2 agosto 2020, quando si ruppe il legamento crociato del ginocchio sinistro a pochi giorni dal recupero per un altro infortunio allo stesso ginocchio.

La sua straziante attesa è terminata stanotte con il suo ingresso in campo tra il primo e il secondo tiro libero di Jayson Tatum a 7 minuti dalla fine del primo quarto. I 19196 dell’Amway Center lo hanno accolto con un grande applauso e lui li ha ripagati con una prestazione da 10 punti con 4 su 7 dal campo e 2 su 3 da 3 punti, 3 rimbalzi, 1 assist e 2 palle recuperate in soli 9 minuti e 36 secondi.

Isaac ha confessato che gli frullavano tantissime cose per la testa mentre tornava in campo. Ha anche ammesso che ci sono stati giorni in cui ha pensato che questo momento non sarebbe mai arrivato: “Ci sono stati giorni in cui non sapevo se volevo continuare. Ma ancora una volta devo ringraziare Cristo. So di esser nato per giocare a basket.”

La sua partita

Dopo il suo ingresso in campo, al primo possesso offensivo il 25enne si è messo subito in mostra attaccando Jaylen Brown sulla linea di fondo. Isaac ha poi raccontato che si aspettava che la star dei Celtics gli desse contatto, ma non facendolo, gli ha fatto perdere l’equilibrio e così ha sbagliato il layup.

Isaac si è vendicato l’azione dopo, segnando in faccia allo stesso Brown. “Coach Mosley l’ha disegnato per me. Doveva essere un catch-and-jumper ma hanno difeso bene ed eravamo solo io e Jaylen. Allora mi sono detto di rispondergli. Mi è piaciuto molto quel tiro. Quando è entrato ho pensato ‘Grazie’, togliti di mezzo.” 

Il primo spezzone di Isaac è durato 4 minuti e mezzo e oltre al jumper iniziale ha segnato anche un layup. Il giocatore ha ammesso di aver faticato parecchio: “L’ultimo minuto faticavo a parlare e avevo il fiatone. Ma quando sono rientrato nel secondo tempo, mi sono rilassato e stavo bene.”

Infatti nel secondo tempo la sesta scelta del 2017 ha messo a segno 2 triple e recuperato 2 palle. “E’ stato grande. Penso abbia fatto un ottimo lavoro, giocando con grande compostezza. Penso che sia stato importante per lui giocare in G League. Giustamente c’erano tante emozioni, ma credo che sia stato bravissimo a gestirle.” queste le parole di coach Mosley.

Anche il compagno di squadra Cole Anthony, autore di 18 punti, si è congratulato con Isaac: “Restare fuori così a lungo, può essere frustrante e so che probabilmente sperava di tornare prima. Ma è stato di grande supporto per la squadra. Guarda tutte le nostre partite, ci sostiene quando giochiamo bene. Mi ha parlato quando ho giocato male, cercando di incoraggiarmi. E’ un onore averlo come compagno di squadra.”

Isaac ,infortuni permettendo, ha tutte le carte in regola per diventare una delle migliori ali grandi della NBA, soprattutto in difesa. Il suo ritorno può essere un fattore importante per gli Orlando Magic, anche in prospettiva futura.

 

You may also like

Lascia un commento