fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Kevin McHale non crede negli Warriors: “Perso troppi giocatori, playoffs difficili”

Kevin McHale non crede negli Warriors: “Perso troppi giocatori, playoffs difficili”

di Michele Gibin

Lakers e Warriors si sono affrontate per la quarta volta in questa pre-season 2019, e stavolta è toccato a Golden State restituire il favore agli uomini di coach Frank Vogel, privi di LeBron James, Anthony Davis, Kyle Kuzma, Dwight Howard, JaVale McGee, Danny Green, Avery Bradley e Rajon Rondo.

Warriors con uno Steph Curry in forma regular season, che chiude con 32 punti e 6 assist in 32 minuti, con 6 su 15 al tiro da tre punti, e con un D’Angelo Russell da 29 punti in 28 minuti di gioco.

Come già spiegato dai diretti interessati Curry, Kerr e Draymond Green, la stagione 2019\20 dei Golden State Warriors sarà molto diversa dalle precedenti. Senza più Kevin Durant, senza Klay Thompson almeno fino a febbraio inoltrato, senza più l’apporto dei veterani Andre Iguodala, Shaun Livingston e Andrew Bogut, il divario di talento tra i primi 3 giocatori della squadra ed il resto del roster rischia di rivelarsi eccessivo.

Kevin McHale, oggi opinionista per NBATV, leggenda NBA ed ex capo allenatore degli Houston Rockets, dà una sua lettura sulle prospettive stagionali di Lakers e Warriors.

Lo scorso anno, gli Warriors vinsero 57 partite, i Lakers 37. Quest’anno i record potrebbero invertirsi. Sono dubbioso su Golden State, hanno perso tanti veterani, Iguodala, Livingston, senza contare Kevin Durant e Klay Thompson… quattro dei primi sei giocatori della squadra dello scorso anno, c’è un gruppo di giocatori tutto nuovo, hanno ancora Curry, Steve Kerr farà un grande lavoro per integrare i nuovi, ma non li vedo in una grande posizione per i playoffs, almeno oggi

Ed i Lakers? “La difesa è molto migliore rispetto allo scorso anno, ed oggi hanno molto più tiro da fuori. Senza queste due cose,  gli avversari ti sfideranno a tirare da fuori, e senza difesa… I Lakers hanno fatto un ottimo lavoro nel sopperire a queste mancanze“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi