fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Walton si gioca Buddy Hield da sesto uomo, Kings avanti: “Non è una punizione per lui”

Walton si gioca Buddy Hield da sesto uomo, Kings avanti: “Non è una punizione per lui”

di Michele Gibin

Nel momento più basso della stagione dei Sacramento Kings, coach Luke Walton tenta di mescolare le carte proponendo contro i Chicago Bulls Bogdan Bogdanovic in quintetto base.

Mossa che relega al ruolo di sesto uomo Buddy Hield, il giocatore su cui i Kings hanno investito 94 milioni di dollari per i prossimi 4 anni, e che in stagione non ha mancato in alcune occasioni di criticare squadra ed allenatore, anche pubblicamente. Contro i Bulls, l’esperimento di Walton funziona e Hield ed i Kings sfornano una prestazione difensiva d’eccezione, concedendo soli 81 punti a Zach LaVine e compagni.

Chicago Bulls rimaneggiati, va detto, senza Lauri Markkanen, Wendell Carter Jr e Daniel Gafford, ma tenuti al 39% al tiro. Hield chiude la sua partita con 21 punti in soli 23 minuti di gioco, con 7 su 12 al tiro e 5 su 9 al tiro da tre punti, e ci aggiunge 8 rimbalzi. Il nuovo titolare Bogdanovic chiude con 12 punti in 26 minuti.

Oggi, senza Buddy Hield non avremmo vinto“, così Walton a fine gara “Il cambio? Non è una punizione per lui, Hield è stato grande per tutta la stagione, e continuerà ad esserlo in futuro. Stiamo faticando in questo momento, è mio compito tentare soluzioni diverse, e nessuna di queste deve essere permanente“.

Vedremo come andrà nelle prossime partite, si tratta di restare pronti, e non di chi parte in quintetto e chi no

L’orgoglioso Hield ha accettato di buon grado la “risoluzione Walton” rimettendosi alla Ragion di Stato, seppur con alcuni distinguo: “Sono un giocatore competitivo, per cui quando accade qualcosa voglio sapere qual è il motivo. Non si ottiene mai una risposta definitiva, per cui da professionista il mio compito è accettare e stare pronto, concentrato, e fare tutto ciò che l’allenatore di chiede di fare“.

I Kings hanno spezzato a Chicago una serie di 6 sconfitte consecutive, appena la quarta vittoria nelle ultime 19 partite. Nonostante il record negativo (16-29), l’ottavo posto nella Western Conference detenuto oggi dai Memphis Grizzlies (21-24) rimane alla portata.

Contro i Bulls, 18 punti con 6 rimbalzi e 7 assist per De’Aaron Fox, e 19 punti in 35 minuti per Harrison Barnes.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi