fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers, Caldwell-Pope e il suo momento di difficoltà: “LeBron James mi ha aiutato ad uscirne”

Lakers, Caldwell-Pope e il suo momento di difficoltà: “LeBron James mi ha aiutato ad uscirne”

di Gabriele Melina

Kentavious Caldwell-Pope, guardia dei Los Angeles Lakers, ha raccontato di un periodo buio della sua carriera da professionista, vissuto durante l’inizio di questa stagione regolare, e, superato grazie al continuo supporto dei suoi compagni. In particolare, uno dei maggiori sostenitori dell’ex Detroit Pistons sarebbe stato LeBron James.

In questo lasso di tempo, Caldwell-Pope ha faticato a mantenere un buon livello di gioco generale, con basse percentuali al tiro, e svariate distrazioni sul lato difensivo, risultando un punto vulnerabile nella corazzata californiana.

Lungo il corso di una stagione NBA, dalla durata di ben 82 partite (escluse eventuali corse ai playoffs), può capitare anche ad atleti di alto calibro di cadere in momenti negativi, da cui, senza l’aiuto delle persone più strette e vicine, può essere difficile uscirne. E’ stato il caso di Kentavious Caldwell-Pope, il quale, all’interno di un palcoscenico su cui le luci della ribalta sono sempre puntate (Quello di Los Angeles, e del duo James-Davis), ha faticato a rispettare le aspettative previste. Per fortuna, al fine di mantenere una chimica di squadra intatta, è intervenuto in primis LeBron James, nel ruolo di motivatore.

Ho dei veri fratelli nello spogliatoio, mi hanno aiutato a superare questo momento difficile, anche se non li riguardava interamente. Fra tutti coloro che mi hanno sostenuto, LeBron, è stato uno dei più importanti. Lui ha dovuto subire critiche per tutta la sua carriera, e di ciò ne ha fatto tesoro; mi ha detto di continuare a giocare, senza preoccupazioni

Anche lo stesso LeBron James ha deciso di esporsi su questa tematica, sottolineando il rapporto di fratellanza tra compagni di squadra.

Se qualcuno dei nostri fratelli si trova in un periodo complicato, è nostro compito aiutarlo ad uscirne. Siamo tutti sulla stessa barca, se uno rischia di affondare, è nostro compito riportarlo su

Da quando, a causa di un infortunio alla gamba destra, Avery Bradley è stato costretto a rimanere ai box, Caldwell-Pope ha effettuato un notevole salto di qualità. Difatti, dal momento in cui è stato inserito nel quintetto titolare, il ventiseienne ex Pistons ha prodotto 10.6 punti, con il 52.5% dal campo, ed il 47.7% da oltre l’arco dei tre punti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi