fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Media Day Blazers, Lillard e McCollum hanno “gli occhi sul titolo NBA”

Media Day Blazers, Lillard e McCollum hanno “gli occhi sul titolo NBA”

di Michele Gibin

Considerare la stagione 2018\19 come un punto d’arrivo? Nemmeno per idea per i Portland Trail Blazers, come da tradizione lassù nello sperduto nordovest tra gli ultimi a presentarsi ai media in vista della stagione 2019\20.

Come potrebbero i Blazers accontentarsi dopo aver aperto i proverbiali cordoni della borsa per Damian Lillard (rinnovo da 196 milioni di dollari complessivi) e C.J. McCollum (nuovo triennale da 100 milioni)? La squadra di Terry Stotts (rinnovo anche per lui) e del presidente Neil Olshey (ibidem) “ha gli occhi sul titolo NBA“, come dichiarato da Lillard durante il Media Day.

Non entreremo in questa stagione pensando: bene, l’anno scorso abbiamo fatto a finale di conference, per cui anche quest’anno andrà così. Abbiamo una squadra nuova e ben attrezzata, ci sarà da lavorare. Il nostro obiettivo per questa stagione è vincere il titolo. Questa deve essere la nostra mentalità. Se c’è una favorita? No, ce n’è più di una… lo scorso anno nessuno ci vedeva come una minaccia, ma la stagione scorsa è servita da esempio: siamo finiti tra le prime quattro. Chi l’avrebbe mai detto, da fuori? E’ il bello di giocare nella Western Conference, ogni squadra può batterti, per cui, meglio pensare a noi

I pezzi nuovi dei Blazers corrispondono ai nomi di Hassan Whiteside, arrivato via Miami Heat, di Kent Bazemore (realizzatore da Atlanta arrivato via trade), di Anthony Tolliver, del croato Mario Hezonja, di Pau Gasol e del rookie Nassir Little da North Carolina. Al Farouq Aminu, Moe Harkless, Seth Curry e Enes Kanter, così importante ai playoffs 2019 per sostituire l’infortunato Jusuf Nurkic, le partenze eccellenti.

Chi sarà ancora in maglia Blazers quest’anno saranno Rodney Hood, rigenerato dalla leadership di Lillard e McCollum, e Zach Collins, lungo al terzo anno da Gonzaga su cui la franchigia punta moltissimo.

Abbiamo la squadra più profonda mai vista da quando sono qui” Così coach Stotts “Ci sono versatilità, playmaking e centimetri, davvero tanta qualità attorno a Lillard e McCollum. Tanti pezzi che si incastreranno alla perfezione: siamo davvero entusiasti di quel che abbiamo“.

Whiteside (in scadenza di contratto a giugno 2020), Collins ed il 39enne Pau Gasol (oltre che a Skal Labissiere, che avrà minuti in stagione) dovranno “reggere il forte” in attesa del rientro di Jusuf Nurkic, infortunatosi gravemente lo scorso marzo. Come dichiarato da Neil Olshey, i Blazers “si manterranno volutamente sul vago” sui tempi di recupero di “Nurk”, almeno in questi primi mesi di stagione. Pau Gasol è a propria volta reduce da un’operazione al piede sinistro, ma un recupero estivo senza intoppi ha indotto il due volte campione NBA ha scendere in campo per un’ultima stagione (a meno di sorprese).

Saremo cauti con Pau al training camp” Spiega Olshey “Tra una settimana probabilmente potrà prendere parte agli allenamenti completi e vedremo come risponderà il suo fisico, sarà pronto per la prima partita stagionale. Gasol è in anticipo sulla tabella di marcia

Così il catalano sulla stagione in arrivo, la sua diciannovesima annata NBA:

Sono motivato a tornare in campo in fretta, e giocare al meglio delle mie possibilità. Ciò a cui miro però è dare maggiori possibilità possibili di successo a questa squadra, sono pronto a qualsiasi ruolo, ci vorrà continuità per tutto l’anno, a partire da oggi. Sono fiducioso

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi