fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks Milwaukee Bucks ancora primi a Est, Giannis: “L’avversaria più pericolosa? Noi stessi”

Milwaukee Bucks ancora primi a Est, Giannis: “L’avversaria più pericolosa? Noi stessi”

di Michele Gibin

I Milwaukee Bucks devono sudare più del previsto per recuperare e vincere contro i rimaneggiati Miami Heat, ed agganciare per il secondo anno consecutivo il primo posto nella Eastern Conference.

Senza Jimmy Butler e Goran Dragic, tenuti a riposo a causa di alcuni acciacchi, gli Heat danno comunque del filo da torcere a coach Mike Budenholzer, prima che nel quarto quarto il diverso calibro dei giocatori in campo torni a fare la differenza per i Bucks. Miami arriva anche a condurre di 23 punti nel secondo quarto, e segna 73 punti nel primo tempo con Duncan Robinson e Kendrick Nunn in evidenza.

A metà quarto quarto e con i Bucks in rimonta, Giannis Antetokounmpo (33 punti, 12 rimbalzi e 4 assist) commette il suo 5 fallo e deve tornare in panchina. Tocca allora a Khris Middleton completare il lavoro, il 2 volte All-Star segna 33 punti e assieme a Eric Bledsoe porta avanti i Bucks.

Antetokounmpo rientra dopo un paio di minuti in panchina e attacca Bam Adebayo, a sua volta limitato dai falli, per due facili schiacciate, mentre l’attacco Heat si ferma.

Finisce 130-116, risultato persino troppo largo rispetto alla partita giocata da Miami senza due dei suoi migliori giocatori. Gli Heat segnano 13 tiri da tre punti nel solo primo tempo.

A fine primo tempo abbiamo parlato e concordato che avremmo dovuto alzare l’intensità“, così Middleton “Non stavamo giocando bene, loro erano sempre un passo avanti. Per cui dovevamo fare di più, e meglio“.

Per Giannis Antetokounmpo i Milwaukee Bucks devono solo restare concentrati sul loro percorso: “Dipende solo da noi. La nostra sfida più grande è giocare al meglio che possiamo: saremo abbastanza duri? Difenderemo abbastanza forte? Andremo bene a rimbalzo? Siamo pronti a dare tutto e a tuffarci sul parquet? Il nostro avversario più pericolo siamo noi stessi“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi