Home NBA, National Basketball AssociationNBA News NBA, Adam Silver “favorevole” al ritorno all’età minima di 18 anni

NBA, Adam Silver “favorevole” al ritorno all’età minima di 18 anni

di Andrea Delcuratolo
draft nba 2022

La NBA si prepara ad evolversi ma tornando sui suoi passi. Nell’ultima conferenza stampa, il commissioner Adam Silver ha parlato di alcune novità importanti che potrebbero riguardare la lega negli anni a venire fra cui il limite minimo d’età per giocare. Se il limite è attualmente fissato a 19 anni, con le novità che Silver introdurrebbe, il limite scenderebbe a 18. Ciò significa che ci si potrebbe dichiarare eleggibili anche finita la high school, senza giocare un anno da professionista o al college.

Silver ha infatti dichiarato:Penso che ci sia un’opportunità per cambiare questa regola. Si tratta di discorsi più ampi rispetto al semplice passaggio da 19 anni a 18, ma sono fiducioso: quando prendo atto di tutte queste varie considerazioni sul tema, penso che sarebbe la cosa giusta da fare e spero che sia un cambiamento in questo prossimo ciclo di contrattazione collettiva, che avverrà nei prossimi due anni”. Nonostante la trattativa sia in una fase embrionale, Silver ha ammesso che la questione è posta all’attenzione di tutti gli addetti ai lavori.

Lo stesso Silver ha ammesso che, in passato, era favorevole all’aumento del limite di età a 20 anni, in teoria il che significa che i giocatori avrebbero trascorso due anni tra il liceo e la NBA. Ma, dopo aver visto come le cose si sono evolute nel tempo, la sua idea è cambiata. Se il limite venisse abbassato a 18 anni i giocatori usciti dalla high school, andrebbero direttamente in NBA.

Silver ha infatti aggiunto: “Può darsi che sia nei nostri interessi iniziare ad avere un impatto su questi giovani giocatori, soprattutto perché nel nostro sport vengono scoperti in così giovane età e iniziamo a lavorare con loro sul loro sviluppo, quindi, non solo le abilità nel basket, ma sempre più c’è un focus sulla loro salute mentale, sulla loro dieta, aiutandoli anche a costruire il carattere e tutti i valori importanti intorno allo sport”.

L’ultima modifica a questa normativa fu nel 2005 con il passaggio di età da 18 a 19 anni. Che questo ritorno alle origini porti con sé maggiori talenti da osservare prima del draft e successivamente in Summer League?

You may also like

Lascia un commento