Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Magic, Banchero splende e riapre la serie coi Cavs: “Livello alto, io mi adatto”

Magic, Banchero splende e riapre la serie coi Cavs: “Livello alto, io mi adatto”

di Mattia Luoni

Gli Orlando Magic hanno riconquistato terreno in questa serie con una convincente vittoria per 121-83 sui Cleveland Cavaliers nel primo turno di gara 3 dei playoffs NBA. Il protagonista della serata è senza dubbio Paolo Banchero, con i suoi 31 punti e 14 rimbalzi (7 dei quali offensivi) accorcia le distanze e porta i Magic al 2-1 sulla serie. Il tutto, giocando poco meno di 30 minuti.

Banchero aveva il sostegno dei suoi compagni di squadra, che a loro volta lo alimentavano con energia, insieme al calore del pubblico di casa. “Questa è stata la mia prima esperienza in una partita di alto livello NBA”. Ha commentato Paolo dopo la vittoria di giovedì. “Sto solo cercando di adattarmi. Come squadra, ci guardiamo l’un l’altro per trovare fiducia e supporto. Anche se non sono molto esplicito, sanno che darò tutto in campo. Questa è la mentalità, e stasera ha dato i suoi frutti.”

I Magic hanno trionfato giovedì sera per vari motivi. Sono stati loro a trovare il canestro, segnando 13 su 37 tiri da tre (ancora solo il 35,1%), mantenendo al contempo una difesa efficace, come dimostrato nelle partite in trasferta. Hanno ridotto le palle perse a soli nove, senza alcuna di Banchero o Franz Wagner. Hanno forzato 14 palle perse e le hanno convertite in 19 punti, oltre a realizzare 22 punti in contropiede, imponendo un ritmo sull’errore avversario. Orlando ha visto contributi da tutti, ma l’attenzione era sempre rivolta a chi avrebbe dovuto far scattare l’azione, su chi la difesa avrebbe cercato di rallentare, lasciando spazi da sfruttare.

“I suoi tiri sono stati davvero eccezionali”, ha commentato Franz Wagner dopo la partita. “Tiri estremamente difficili, alcuni con due difensori addosso. Questo rende il gioco più facile per noi.”

In una partita che i Magic dovevano assolutamente vincere, Banchero è stato il fulcro su cui tutto si è incentrato. “The Franchise”, come lo chiamano i suoi compagni, ha guidato la squadra, mettendo i Cavs in difficoltà e costringendoli a rivedere la loro strategia. Paolo è il giocatore giusto per i Magic e lo sanno tutti. I Cavs hanno cercato di bloccarlo nelle prime due partite, ma giovedì sera ha dimostrato di essere indispensabile. La squadra ha bisogno che si mostri aggressivo e che cerchi i suoi tiri, anche quando la difesa sembra resistere. È questo tipo di mentalità che distingue le stelle nei playoffs.

You may also like

Lascia un commento