fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Paul George vuota il sacco: “Via dai Pacers? Non vollero trattare per una star”

Paul George vuota il sacco: “Via dai Pacers? Non vollero trattare per una star”

di Michele Gibin

Alcuni mesi fa, in occasione di un suo ritorno da avversario a Indianapolis contro i Pacers, Paul George aveva lasciato intendere che un giorno avrebbe raccontato cosa lo spinse davvero a chiedere di essere scambiato nel 2017.

E quel giorno sembra arrivato, con la star dei Los Angeles Clippers che ha vuotato il proverbiale sacco, anche se non fino in fondo.

Ospite del podcast degli ex giocatori NBA Darius Miles e Quentin Richardson, “Knuckleheads”, George ha rivelato che fu un rifiuto dei Pacers a trattare il motivo principale del suo addio. Ma a trattare cosa?

Sapete come funziona, i giocatori si parlano, mi piacerebbe giocare con te etc…” Spiega Paul George “Non dirò il nome, per rispetto e privacy, ma dirò solo che all’epoca avevo un accordo verbale con la migliore ala forte della NBA, che voleva venire a Indianapolis a giocare. Ma i Pacers mi risposero: sai, siamo un mercato piccolo, non possiamo permettercelo…’ ed io non capivo, avevamo la possibilità di portare un giocatore così ai Pacers e loro non volevano? Allora mi sono arrabbiato, ho capito che non volevano vincere, e mi sono chiesto cosa ci facessi lì“.

Non capita tutti i giorni che un giocatore del genere scelga di giocare a Indianapolis, ma lui voleva venire. Loro no“.

Paul George, era Anthony davis il “4” misterioso?

Le speculazioni sul nome della fantomatica ala forte non si sono fatte attendere: Blake Griffin, all’epoca ancora ai Los Angeles Clippers? O forse Anthony Davis? A risolvere il piccolo mistero ci ha pensato J. Michael dell’Indiapolis Star. che ha confermato come fosse Anthony Davis il nome.

Il giornalista ha spiegato che Davis non avrebbe però fornito ai Pacers alcuna garanzia di rinnovo contrattuale dopo i due anni all’epoca ancora rimasti sul suo contratto, ed i Pacers avrebbero comunque dovuto vedersela durante la free agency con squadre come i Los Angeles Lakers. Una spiegazione che Paul George non ha ma accettato: “Chiamai il mio agente e gli dissi: voglio andare via da qui, non vogliono vincere“.

Paul George sarebbe inoltre diventato free agent a sua volta nel 2018, un altro momento delicato. nell’estate 2017, George venne ceduto agli Oklahoma City Thunder in cambio dei due futuri All-Star Victor Oladipo e Domantas Sabonis, uno scambio all’epoca giudicato al ribasso ma che ha pagato grandi dividendi per i Pacers e Kevin Pritchard, presidente della squadra.

Paul George avrebbe firmato un contratto al massimo salariale con i Thunder nel 2018, per poi chiedere appena un anno più tardi una trade verso Los Angeles, Kawhi Leonard e i Clippers.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi