Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Pelicans, Zion Williamson “potrebbe rientrare per i playoffs”

Pelicans, Zion Williamson “potrebbe rientrare per i playoffs”

di Matteo Frattasi
zion williamson

Zion Williamson, ala dei New Orleans Pelicans, potrebbe rientrare dall’infortunio per la fine della stagione ed essere disponibile in vista di una possibile partecipazione ali playoffs, come riportato da Sam Amick di The Athletic. L’assenza del giovane talento ha pesato moltissimo sul rendimento complessivo della squadra. Infatti attualmente questa si trova all’11esimo posto a Ovest, a pari merito con Jazz, Thunder e Lakers.

Zion ha avuto la possibilità di giocare soltanto in 29 partite durante questa stagione. Nonostante la giovanissima età, possiamo definirlo tranquillamente il leader della squadra. Le sue medie parlano chiaro: quando disponibile, Williamson ha realizzato 26 punti e 7 rimbalzi di media, il tutto tirando con il 60% dal campo. Con lui sul parquet, i Pelicans sono una squadra completamente diversa. E’ proprio grazie a queste sue prestazioni che la franchigia di New Orleans nella prima parte della stagione era una delle prime a Ovest. L’infortunio e il conseguente peggioramento del rapporto vittorie-sconfitte del team denota la sua estrema importanza all’interno delle rotazioni.

I protagonisti della stagione dei Pelicans

Nel bene e nel male, la squadra chiaramente non è rappresentata solo dall’ex giocatore di Duke. I giocatori più interessanti sono stati sicuramente CJ McCollum, Jonas Valanciunas e Brandon Ingram. Quest’ultimo (secondo violino offensivo del team), a differenza della guardia e del centro, ha avuto la stessa sorte di Zion. Anche l’ala piccola ex Lakers è stata disponibile pochissimo durante questa stagione, scendendo in campo solo per 31 partite, nelle quali è stato abbastanza incisivo (22 punti di media con il 39% da tre). Dunque, i veri protagonisti per i Pelicans nel 2022-23 in definitiva sono stati la guardia ex Porland e il centro in maglia 17 (precedentemente citati). Tra i due, è sicuramente McCollum la minaccia offensiva più pericolosa, a cui viene affidato il pallone nei momenti più delicati. Dall’altra parte, Valanciunas rappresenta un buon modello del centro moderno.

Il destino è stato crudele nei confronti dei Pelicans. Una squadra giovanissima e in crescita che era partita nel migliore dei modi, stroncata troppo presto dagli infortuni. Il ritorno di Zion darebbe uno sprint in più all’organizzazione, soprattutto in questo momento in cui la franchigia sta lottando per un posto ai Playoffs.

You may also like

Lascia un commento