fbpx
Home NBANBA TeamsDenver Nuggets Rockets, sorriso ritrovato. 200 vittorie per D’Antoni: “Reazione di carattere”

Rockets, sorriso ritrovato. 200 vittorie per D’Antoni: “Reazione di carattere”

di Dennis Izzo

Torna il sereno, almeno per una notte, in casa Houston Rockets. Dopo quattro sconfitte consecutive e sette nelle precedenti dodici gare disputate, infatti, i texani tornano a vincere e a convincere, battendo per 121-105 i Denver Nuggets al Toyota Center. Gli ospiti, privi di Jamal Murray, Michael Porter jr., Paul Millsap, Gary Harris e Mason Plumlee, si affidano a Nikola Jokic, miglior scorer dei suoi e autore di una tripla doppia da 19 punti, 12 rimbalzi e 10 assist col 42% dal campo (8/19).

Vanno in doppia cifra anche Jerami Grant, autore di 17 punti, 7 rimbalzi, 3 recuperi e 2 stoppate col 50% da dietro l’arco (2/4), Torrey Craig, che mette a referto 14 punti, 7 rimbalzi, 2 palle rubate e 2 stoppate col 60% al tiro (6/10), e Monte Morris, che chiude a quota 11 punti, 2 rimbalzi, 3 assist e altrettanti recuperi col 57% dal campo (4/7) e il 50% dalla lunga distanza (2/4). Delude le aspettative, invece, Will Barton, che non va oltre 8 punti, 3 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi e una stoppata con appena il 21% al tiro (3/14).

In uscita dalla panchina, non bastano i contributi di Malik Beasley (12 punti e un assist con 4/10 dal campo in 31′) e P.J. Dozier (15 punti, 3 rimbalzi e 2 assist con 7/12 al tiro in 21′): nonostante le tante assenze, i Nuggets provano a dire la loro finché ne sono in grado, ma nel secondo quarto incassano un parziale di 25-15 in favore dei Rockets e vanno all’intervallo sotto di 17 punti (60-43).

Tra le file dei padroni di casa, James Harden torna finalmente a offrire una prestazione degna di nota. Niente quarantello, cinquantello o sessantello per il Barba, che però dimostra di aver voglia di riscatto, non forza in nessuna situazione, sceglie in maniera più intelligente i tiri da prendere e conclude la sua serata con 27 punti, 5 rimbalzi, 5 assist e 2 palle recuperate col 46% dal campo (6/13) e il 33% da dietro l’arco (2/6). Molto buona anche l’intesa con Russell Westbrook, con quest’ultimo che risulta il miglior realizzatore del match con i suoi 28 punti, conditi da ben 16 rimbalzi, 8 assist, 4 palle recuperate e una stoppata col 44% al tiro (11/25).

I Rockets tornano a vincere, doppia gioia per D’Antoni

“Abbiamo fatto vedere quello di cui siamo capaci, giocando come sappiamo fare. Non possiamo scoraggiarci. Siamo stati molto bravi a fare un gran lavoro in difesa, a sfruttare bene le ripartenze e ad attaccare il ferro, quello che facciamo di solito.”, ha dichiarato Westbrook al termine della gara. “Il nostro potenziale è sempre quello, sta a noi mostrarlo invece di nasconderlo. Finalmente abbiamo giocato bene, anche se a loro mancavano molti giocatori. Per noi è un’iniezione di fiducia e da ora proveremo a fare tutto nel modo giusto.”, il commento di Harden.

Torna a dare il suo apporto più che fondamentale anche Eric Gordon, che in uscita dalla panchina si rende autore di 25 punti col 73% dal campo (8/11) e il 75% da dietro l’arco (6/8) in 29′, mentre Clint Capela fa registrare una bella doppia doppia da 14 punti, 11 rimbalzi, 2 assist e 5 stoppate col 50% al tiro (7/14) e Austin Rivers mette a referto 11 punti, 4 rimbalzi, un assist e 2 palle rubate col 75% dalla lunga distanza (3/4) in 21′.

“Nelle scorse partite abbiamo avuto molti problemi, ma se Russ, James e Eric giocano sempre così siamo davvero difficili da affrontare. Sono felice che siano riusciti a riscattarsi e che abbiamo finalmente ritrovato la vittoria.”, le parole di coach Mike D’Antoni in merito al successo dei suoi Rockets, che si mettono alle spalle la serie di quattro sconfitte di fila e battono i Nuggets per la seconda volta quest’anno. Per l’ex Baffo si tratta della vittoria numero 200 alla guida degli Houston Rockets (200-89 il suo record dal 2016 ad oggi in Texas).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi