Super Durant e gli Warriors passano in 6 gare, Kerr: "Prestazione storica"
137639
post-template-default,single,single-post,postid-137639,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Super Durant e gli Warriors passano in 6 gare, Kerr: “Prestazione storica”

kevin durant decisione

Super Durant e gli Warriors passano in 6 gare, Kerr: “Prestazione storica”

La serie del primo turno Playoff ad Ovest che ha visto contrapposti i Golden State Warriors e i Los Angeles Clippers è stata molto più combattuta del previsto. Sebbene gli Warriors arrivassero alla Postseason come testa di serie numero uno, hanno perso in questa serie ben 2 partite casalinghe su 3. Nonostante tutto, i campioni in carica sono riusciti a chiudere la questione sul 4-2.

Giunti ad una decisiva gara 6 allo Staples Center di Los Angeles, un uomo ha deciso di spostare da solo gli equilibri delle ostilità: Kevin Durant.

Il numero 35 ha fornito una prestazione da 50 punti, 6 rimbalzi, 5 assist e 6 canestri da 3 punti. Il tutto condito da un 15/26 al tiro e un +18 di plus minus. KD ha ricordato al mondo di cosa sia davvero capace, dopo qualche critica di troppo in seguito agli affanni dei suoi in questo primo turno.

Bene anche Stephen Curry con 24 punti, 6 rimbalzi e 6 assist. Lo stesso Steph ha commentato la serie contro i Clippers:

“Queste 6 partite sono state molto intense. Dal loro comeback in gara 2, fino alla nostra sconfitta in gara 5. Abbiamo dovuto alzare il nostro livello. (…) Ai Playoff si sa, ogni serie è durissima, e ci serviva questo tipo di test. Mi è piaciuto il modo in cui abbiamo risposto alle avversità”

Coach Steve Kerr ha suffragato le parole del suo giocatore, lodando gli avversari:

“Congratulazioni ai Clippers, hanno fatto una stagione pazzesca, adoro la loro squadra. (…) Ci hanno fatto sudare per tutto, hanno un futuro roseo davanti, Doc Rivers ha fatto un ottimo lavoro, tutto l’anno, con i giovani. E’ stata una serie molto dura”

Kerr ha poi speso bellissime parole per la prestazione di Kevin Durant:

“E’ stata una delle performance più belle che abbia mai visto, e ne ho viste tante, insomma sono stato intorno a molti giocatori ottimi… (Kerr ha giocato nei Bulls di Michael Jordan, ndr). Nelle ultime partite è stata la nostra arma definitiva, perché non importa cosa si faccia, non c’è difesa che tenga per Kevin, può crearsi buoni tiri quando gli pare”

Si sono uniti al coro riguardo l’indifendibilità del numero 35 anche due avversari, Patrick Beverley e Lou Williams:

“Cosa pensi avremmo potuto fare per rallentare KD? E’ Kevin Durant, giuriamo che ci abbiamo provato. Lui è un ottimo giocatore. Noi abbiamo provato di tutto, giuriamo. (Ridono tutti, ndr) E’ una persona speciale, ci sono persone speciali, a cui non interessa la difesa. Non è una mancanza dal nostro lato, ma è stato lui a dimostrare a tutti chi è e di cosa è capace. Noi possiamo solo toglierci il cappello”.

Lorenzo Brancati
lolbra99@gmail.com

Malato di sport a 360 gradi. Seguo e faccio finta di capire di diversi sport, dal basket al calcio, fino ai motori, passando per il football americano e il baseball. Mi piace leggere e provare a scrivere farneticazioni a riguardo. Aspettando Godot, mi diverto a giocare con le parole e la palla a spicchi.

No Comments

Post A Comment