fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Attenti Wizards, Bradley Beal è già scontento: “Arrabbiato con la squadra”

Attenti Wizards, Bradley Beal è già scontento: “Arrabbiato con la squadra”

di Valentino Aggio

La stagione 2019/20 è senza dubbio la peggiore negli ultimi anni per gli Washington Wizards. La franchigia della capitale a stelle e strisce attualmente ha un record di 13-27, che vale il 12° posto nella Eastern Conference, e la star di Washington, Bradley Beal, scelto proprio dagli Wizards nel 2012, pare proprio scontento con la sua squadra. Secondo David Aldridge di The Athletic: “Beal non è mai stato così arrabbiato con la propria franchigia durante questi otto anni.”

Questi Washington Wizards sono senza dubbio altalenanti: durante la breve assenza di Beal, i ragazzi di coach Scott Brooks hanno vinto in casa sia contro i Boston Celtics che contro i Denver Nuggets. Purtroppo queste due vittorie e quella contro gli Atlanta Hawks sono stati gli unici due successi degli Wizards nel 2020. Attualmente, nel mese di gennaio il record è 3-5, le sconfitte sono arrivate da Magic, Trail Blazers, Jazz e Bulls.

Proprio dopo la partita contro i Chicago Bulls, persa per 106-115, Bradley Beal ha fatto capire tutta la sua frustrazione: “Non mi piace perdere, per nulla, specialmente partite abbordabili come questa.” 

Nonostante le voci che vedono il due volte All-Star lontano dalla capitale, secondo Chase Hughes di NBC Sports Washington, Beal avrebbe chiesto alla società di acquisire altri giocatori per una disperata rimonta verso i playoffs. Evidentemente la squadra ha già una buona base, con una grande incognita: John Wall. La star degli Wizards sta recuperando da un infortunio al tendine di Achille che lo terrà impegnato per tutta questa stagione.

Per quanto riguarda il resto, Beal è un ottimo trascinatore per questo gruppo di ragazzi, composto da giocatori esperti come Isaiah Thomas e Ish Smith, ma anche da giovani come Rui Hachimura, Davis Bertans e Thomas Bryant. A questo organico sulla carta abbastanza competitivo ma condizionato dagli infortuni, manca probabilmente un altro giovane talento da poter crescere. A quanto pare Bradley Beal si sarebbe lamentato del processo di rifondazione della squadra, che ha portato a delle sconfitte nel breve periodo, ma uno scenario che veda la star degli Wizards in partenza a breve pare oggi davvero poco probabile

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi