Home NCAA BasketballMarch Madness UNC vince meritatamente il titolo, a perdere è lo spettacolo

UNC vince meritatamente il titolo, a perdere è lo spettacolo

di Francesco Gulfo
unc north carolina tar heels ncaa 2017 champions

La finale NCAA 2017 è stata tiratissima, come tutti si aspettavano. Una gara decisa dagli episodi, che Carolina è stata brava a sfruttare. Joel Berry II si è caricato l’intera squadra sulle spalle, mettendo tutti i canestri decisivi al momento giusto. Dall’altra parte Williams-Goss ha fatto molto bene nel primo tempo. Nella seconda frazione anche lui è stato inghiottito nella confusione generale. Perchè UNC contro Gonzaga non è stata una bella partita. Quello che non va giù, però, è stato il metro arbitrale, che nel secondo tempo ha completamente rovinato il ritmo della gara.

Let the kids play!

Riguardo il metro arbitrale sono arrivate reazioni da tutto il mondo cestistico. Anche King James e Dwyane Wade hanno espresso in rete la loro disapprovazione. Ed è tornato alla ribalta un tema già spesso affrontato nel mondo del college basketball: lo scarso livello delle terne arbitrali.

Nello specifico, durante la partita sono stati 44 i falli totali e ben 52 i tiri liberi assegnati a entrambe le squadre. I frontcourt di tutte e due le squadre sono stati colpiti da problemi di falli, privandoci così di una battaglia molto interessante. Zach Collins è uscito dalla partita a 5:03 dalla fine, dopo aver commesso il suo quinto fallo (ha giocato solo 14 minuti). Poteva essere il vero uomo in più per i Bulldogs, vista la serata da dimenticare di Karnowski (1/8 dal campo).

Joel berry II north carolina tar heels 2017 ncaa champions unc

Joel Berry II, senza dubbio l’MVP della finale contro Gonzaga

Una giocata in particolare è stata discussa in seguito alla fine della partita. Durante l’ultimo minuto, in uno scontro tra Kennedy Meeks e Silas Melson, è stata assegnata una contesa. Il possesso quindi è andato a North Carolina, grazie a quella indecente regola che va sotto il nome di possesso alternato (la “freccia”). In diretta quasi nessuno si è accorto, arbitri compresi, che Meeks aveva una mano sul pallone e un’altra fuori dal campo. Sul possesso successivo UNC è andata in vantaggio, poi un errore di Williams-Goss ha lanciato il contropiede decisivo concluso da Justin Jackson.

UNC più abile di Gonzaga

Oltre alla questione arbitrale però, c’è da dire che non abbiamo ammirato la versione più brillante di UNC e Gonzaga. North Carolina è stata più brava a far girare gli episodi dalla sua parte, specialmente nei minuti finali. Allo stesso tempo, i Tar Heels si sono laureati campioni tirando con il 35.6% dal campo (26/73 al tiro), il 14.8% da tre (4/27) e un misero 57.7% dalla lunetta (15/26). Gli Zags hanno avuto percentuali migliori, ma hanno concluso meno possessi dell’avversaria. La differenza sostanziale sta infatti nelle palle perse: 15 per Gonzaga (che per due volte nel primo tempo si è portata avanti di 7 punti), solo 4 per UNC.

I Bulldogs sono riusciti anche a limitare il dominio di North Carolina a rimbalzo. UNC ha chiuso con tre rimbalzi in meno di Gonzaga (49-46), e anche il computo dei rimbalzi in attacco è equilibrato (15-12 per UNC). Alla fine però sono i campioni a scrivere la storia, e sul titolo di Carolina c’è la firma di Joel Berry II. Per lui alla fine 22 punti, 6 assist e 2 recuperi (solo 1 palla persa). Ha messo tutti i tiri importanti, quando servivano, per portare i Tar Heels alla vittoria del sesto titolo NCAA.

nigel williams-goss gonzaga bulldogs north carolina tar hells unc ncaa champions 2017

Nigel Williams-Goss si dispera dopo la sconfitta in finale. Questa stagione rimane comunque la migliore di sempre per Gonzaga

I grandi assenti

Abbiamo già parlato della brutta serata di Karnowski. Il polacco non è riuscito a entrare in partita, neanche quando gli Zags, privati di Zach Collins e Johnathan Williams per problemi di falli, avevano disperatamente bisogno di lui. Jordan Mathews ha contribuito con soli 6 punti. Josh Perkins sembrava all’inizio della partita l’uomo del destino per Gonzaga. Ha iniziato con la mano caldissima, poi nel secondo tempo non è stato capace di ritrovare quel ritmo.

Per quanto riguarda UNC il giocatore più atteso, Justin Jackson, ha passato mezza serata a sparacchiare da fuori, senza prendere mai il bersaglio (0/9 da dall’arco). Jackson ha comunque finito la partita con 16 punti, 4 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate. Il numero 44 ha subito tutta la serata la fisicità di Nigel Williams-Goss, che lo ha inseguito in difesa per 40 minuti. Il leader di Gonzaga è stato l’ultimo ad arrendersi. Nonostante la brutta serata in attacco (5/17 dal campo e un 4/8 sanguinoso ai liberi) ha chiuso con 9 rimbalzi e 6 assist.

Tar Heels campioni

North Carolina è campione NCAA 2017. L’anno prossimo sarà difficile vedere di nuovo queste due squadre alle Final Four, dato il grande numero di senior pronti a lasciare il college da entrambe le parti. Qualche certezza c’è comunque: Roy Williams da una parte, Mark Few dall’altra. Sarà interessante seguire il recruiting di entrambi gli allenatori in vista della prossima stagione.

UNC, nel frattempo, ha tutto il tempo per festeggiare. Il tiro di Kris Jenkins adesso è solo un brutto ricordo.

You may also like

Lascia un commento