AD7

Lakers, Magic Johnson: “Walton qui è e qui rimane, a meno di disastri”

"Che comunque non avverranno" aggiunge Magic. Fiducia a coach Walton, mentre per i Lakers arriva una sconfitta pesantissima contro I Toronto Raptors privi di Kawhi Leonard

Magic Johnson su Luke Walton: “Coach Walton rimmarrà sulla panchina dei Lakers per tutta la stagione, a meno di sviluppi drastici – che non ci saranno”.

Rassicurante ma non troppo Magic, il cui posto ai Lakers dipende a sua volta dai risultati che la squadra saprà ottenere già in questa stagione, e soprattutto nella decisiva off-season che seguirà per i giallo-viola, all’assalto dei grandi nomi della free agency 2019.

Sviatoslav Mykhailiuk, Los Angeles Lakers vs Toronto Raptors at Staples Center
Sviatoslav Mykhailiuk, Los Angeles Lakers vs Toronto Raptors at Staples Center (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)

I Los Angeles Lakers delle prime 10 partite procedono a scatti.

Grandi prestazioni offensive, momenti che lasciano intravedere un gran potenziale difensivo di una squadra di atipici, che schiera una (nominale) shooting guard di 206 cm, e che concede però 34 punti (con 15 su 17 dal campo!) a Serge Ibaka nella debacle casalinga di domenica sera contro i Toronto Raptors, privi di Kawhi Leonard.

Bill Plaschke del Los Angeles Times riporta le parole di Magic Johnson.

L’ex fuoriclasse ed oggi presidente dei Lakers rispolvera la classica e calcistica “fiducia a tempo” per coach Luke Walton.

Luke Walton and Kyle Kuzma

Già nella giornata di venerdì erano emersi alcuni dettagli su un metting dai toni perentori, tenuto da Magic alla presenza anche di Walton.

Johnson avrebbe ribadito gli obiettivi stagionali (playoffs, possibilmente con una delle prime quattro teste di serie) e confermato le posizioni dell’attuale staff tecnico dei Lakers.

Luke Walton riferisce di sentire la piena fiducia del front office losangelino, e dichiara di non preoccuparsi minimamente di ciò che circola al di fuori dello spogliatoio (ovviamente ben conscio di quale razza di tritacarne possa diventare lo sport cittadino a LA).

Los Angeles Lakers, Walton fiducia a tempo?

Concetto ribadito da LeBron James dopo la vittoria di sabato a Portland.

Per i Lakers, la sconfitta di domenica sera è stata pesante sotto ogni aspetto (seconda serata di un back-to-back, ma contro dei Raptors Leonard-less). Sarebbe facile – e banale – scomodare (data la presenza di LeBron) paragoni tra il David Blatt 2016 a Cleveland ed il Luke Walton 2018 a LA.

View this post on Instagram

Showtimeeeeeee

A post shared by Toronto Raptors (@raptors) on

LeBroncome spiegato anche da Flavio Tranquillo durante la nostra intervista esclusiva di inzio stagione – si è sempre dimostrato in grado di raddrizzare anche la stagione più difficile. Ed è appena al primo anno di un contratto quadriennale, davvero ai primi passi della sua nuova avventura.

Il roster è estremamente giovane ed estremamemte intrigante.

Difficile però pensare che – proiettando l’attuale squadra avanti di un mese almeno – dei Lakers giunti alla trentesima partita stagionale con un record attorno al 50% (o poco sotto) non pensassero già di dover correre ai ripari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.