Danny Ainge: “Vogliamo tenerci Isaiah Thomas”

by

BOSTON VUOLE IL SUO PROFETA

Steve Bulpett del The Boston Herald ci fa sapere che il presidente delle operazioni commerciali dei Boston Celtics, Danny Ainge, farà il possibile per non permettere che Isaiah Thomas parta dalla franchigia.

Dall’uscita di scena di Boston dai playoffs, si sono inseguite continue voci sulla possibilità che l’uomo franchigia dei Celtics finisse lontano dalla sua squadra nella prossima regular season, nonostante la sua incredibile stagione da 28,9 punti di media e il primo posto nella Eastern Conference.

Isaiah Thomas ha ancora 1 anno di contratto con i Boston Celtics da $6.26 milioni, prima di diventare free-agent nel 2018, senza nessun tipo di restrizione.

Nel 2018 poi, i Celtics dovranno affrontare anche delle decisioni molto importanti, che riguardano i contratti di Avery Bradley e Marcus Smart.

Isaiah Thomas
#4 ISAIAH THOMAS

Quest’estate, Isaiah Thomas, essendo entrato nei quintetti All-NBA, avrà diritto ad un estensione del contratto e, anche se non c’è stata una dichiarazione ufficiale della società, pare che Danny Ainge sia intenzionato a trattenere il ragazzo.

“Ancora non abbiamo una risposta certa, è difficile mantenere unito il nostro puzzle. Non possiamo sapere cosa succederà nei prossimi giorni ma il nostro intento è quello di tenere Isaiah Thomas nella nostra franchigia”, ha dichiarato Danny Ainge, che poi ha continuato: “Isaiah ha fatto una stagione incredibile e chi non lo vuole in squadra è in errore”.

ISAIAH THOMAS GIA’ NELL’OLIMPO DI BOSTON

Danny Ainge, infine, ha definito Thomas come uno dei grandi dei Boston Celtics, collocando la sua impresa a livello di quelle di giocatori come Paul Pierce, Bill Russell e Larry Bird.

“E’ un ragazzo speciale e spero rimanga a Boston”, ha concluso Danny Ainge, che è riuscito anche a dare una stoccata ai tifosi Boston, che per lui si sono troppo interessati alle vicende economiche tra la società e il loro uomo franchigia: “La società farà di tutto per tenerlo ma i tifosi non mettano bocca sul compenso di Isaiah, questo non cambierà le cose di certo”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Go to Top
Statistiche