fbpx
Home EurobasketEuroBasket 2015 Preview Eurobasket 2015, Serbia vs Lituania: continuerà il “sogno” lituano?

Preview Eurobasket 2015, Serbia vs Lituania: continuerà il “sogno” lituano?

di Marco Tarantino

1La seconda semifinale è molto interessante, forse meno della prima, ma non mancherà la qualità e lo spettacolo sicuramente: si sfideranno infatti Serbia e Lituania, risultati alla mano le due eredi più degne di due grandi paesi (cestistici) che furono, rispettivamente Yugoslavia e Unione Sovietica. La squadra di Sasha Djordjevic ha dimostrato finora di avere grande qualità quando può mettere in ritmo il proprio front – court, in particolare quel Radulijca secondo marcatore della squadra dietro Bjelica (14.4 contro 14.7). Un gioco che in particolare si è visto più volte è stato quello con cui uno due lunghi blocca per Teodosic all’altezza dell’arco, e il play con un tracciante preciso serve immediatamente l’altro rimasto sotto canestro o sulla linea di fondo, spesso quasi senza guardia in quanto l’attenzione è tutta concentrata sulla zona a cavallo dei tre punti. In generale, i ragazzi di Belgrado hanno trovato però anche ottima fortuna nelle conclusioni estemporanee o non costruite meticolosamente, vedi le triple o le incursioni dello stesso Teodosic. In generale, la Serbia ha dimostrato però di soffrire i penetra – e – scarica, in quanto la sua difesa tende a chiudere l’area collassando su chi attacca il ferro, ma questo è anche a causa della propria difesa che tende a rimanere a metà, quindi non concedendo né stando attaccati all’avversario esplicitamente, ma cercando di fare l’una o l’altra cosa a seconda del bisogno. I giocatori slavi, comunque, a parte la consueta forza mentale hanno mostrato anche una eccellente abilità nel farsi vedere sempre, nel mostrarsi propositivi in attacco e non aspettare di essere messi in ritmo, aspetto che crea ulteriori problemi alla difesa avversaria.

Dalla sua, però, la Lituania ha una difesa adattiva che tende a ingolfare gli spazi in area concedendo il perimetro o a restare a metà (come fa la Serbia) o ancora a restare addosso all’avversario creando spazio in mezzo, e di fatto questo potrebbe rappresentare per rivali di semifinale un problema, in quanto non sapranno mai con certezza quali saranno le opportunità per tirare. In attacco, invece, i baltici sono forse più ordinati, in quanto il loro obiettivo è mettere le proprie bocche da fuoco (Valanciunas, Maciulis, Jankunas, Kalnietis) in grado di segnare: quello più versatile in quest’ottica sembra proprio il lungo dei Raptors, che viene servito sui pick&roll laterali, sui raddoppi sull’altro lungo in post basso o sui suoi tagli. Il match si preannuncia anch’esso combattuto, e la Serbia se ha intenzione di arrivare fino in fondo a questo Eurobasket 2015, non dovrà farsi irretire dalle abilità metamorfiche della Lituania.

Valanciunas a rimbalzo

Valanciunas a rimbalzo

Per NBA Passion

Luigi “Condor” Ercolani

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi