fbpx
Home EurobasketEuroBasket 2015 Eurobasket 2015: Lituania tra le prime due d’Europa

Eurobasket 2015: Lituania tra le prime due d’Europa

di Davide Freschi

A Lille va in scena l’ultima semifinale che vede scontrarsi la favorita Serbia, imbattuta del torneo, e la Lituania reduce da una maestosa prova superata ai supplementari contro l’Italia di Pianigiani. L’avvio è tutte delle superstar, da una parte a bersagliare il canestro è il solito Teodosic, a rispondere invece nelle file dei lituani c’è Maciulis.  A prendere il largo però, al contrario delle aspettative, è proprio la squadra in maglia giallo verde che raggiunge il parziale di 14-7 a 4 minuti dal termine di primo quarto. Ovviamente la Serbia non ci pensa due volte e si riporta immediatamente sotto grazie ad un altro suo big, Bjelica. I ragazzi di coach Jonas Kazlauskas riescono però a tenere a distanza i propri rivali con 5 lunghezze sul finire del primo tempo. Nel secondo quarto, la Lituania riprende da dove aveva lasciato e sembrano proprio i lituani quelli ad avere voglia e cuore nella prima metà di gara, agguantando il 26-17. Nuovamente Teodosic e compagni impediscono la fuga, nonostante ad ostacolare il proprio cammino ci sia lo zampino di Valanciunas. Il lungo dei Toronto Raptors sembra essere rinato durante questi Europei, dopo il finale deludente di stagione e ripete l’ottima prestazione di soli due giorni prima contro l’Italia e in particolare contro Bargnani. Nonostante siano pochi i rimbalzi del lituano, con ben 4 stoppate rende davvero complesse le penetrazioni di Teodosic e addirittura di Bjelica che sono costretti ad affidarsi al tiro da lunga distanza, senza però troppa fortuna, 21% da 3 per la Serbia. Anche lo stesso Radulica, dimostratosi un fattore fino a quel momento nella competizione, sente la pressione del lungo lituano. La Serbia tuttavia grazie ad un paio di giocate singole dei propri leader riesce a ricucire il margine e chiudere solo sotto di una lunghezza alla pausa lunga. 34-35 Serbia- Lituania.

valanciunas

Alla ripresa regna l’equilibrio più totale, la Serbia riesce perfino ad agguantare il sorpasso con Markovic e dare l’illusione di poter mettere la partita in cassaforte come è sempre riuscita nel corso del torneo, ma ancora una volta è Valanciunas a zittire il tifo Serbo e far rimettere la testa avanti alla propria nazionale. Lituania che riesce ad allungare sul finale di 3 quarto e dare l’impressione di avere sempre più nelle proprie mani l’accesso alla finale. Kuzminkas permette ai lituani di chiudere con 5 punti di vantaggio il terzo quarto, per ben 48-43. L’evidente risultato sottolinea come a fare la differenza nel match sia la difesa. L’assenza da ambedue le parti della precisione dall’arco dei 3 punti obbligano le rispettive squadre a tentare la fortuna in area. Scioccamente la Lituania però permette, in seguito a un paio di palle perse, alla Serbia di rientrare in partita, ma i tiri di Bogdanovic dai 6,25 sembrano proprio non voler entrare e la Serbia rimane costretta ad inseguire fino all’ultimo minuto. Ultimi 60 secondi nei quali i lituani hanno le chiavi in mano per chiuderla definitivamente ma Teodosic risveglia la sua classe e con 16 secondi sul cronometro inventa un canestro da 3 punti che riporta la Serbia a -1. Rimessa e immediato fallo sistematico portano la Lituania ad ulteriori due tiri liberi, ad andare a segno è tuttavia solo il primo e in contropiede Bogdanovic si divora letterlamente l’occasione di pareggiare il match. Con 5 secondi sul cronometro, i serbi sono costretti a ricommettere un altro fallo, anche questa volta 1/2 dei lituani che sopra di 3 punti, lasciano gli ultimi 5 secondi in mano ai Serbi, in particolare Teodosic, che nella foga getta letteralmente via il possesso e permette alla Lituania di raggiungere la finale con il punteggio di 67-64, dove troverà la già qualificata Spagna di coach Scariolo e di un immenso Pau Gasol

Per NBA Passion,

Davide Freschi

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi