Home Eurolega L’Olimpia Milano come la neve al sole: si scioglie a Kaunas

L’Olimpia Milano come la neve al sole: si scioglie a Kaunas

di Kevin Martorano
Zalgiris Kaunas Olimpia Milano EuroLeague

Si sta disputando il 32¬į Round della Regular Season di EuroLeague, giornata in cui si sono affrontati Zalgiris Kaunas ed Olimpia Milano, in un match di cruciale importanza per i milanesi. Infatti la squadra di coach Ettore Messina ha ritrovato la speranza di entrare nei play-in dopo le vittorie contro il Monaco a domicilio e contro il Fenerbahce in casa, ma per farlo √® chiamata a vincere tutte le ultime gare della stagione regolare. Dall’altra parte la squadra di coach Trinchieri √® a quota 13 vittorie e dall’arrivo dell’allenatore italiano la squadra lituana √® salita di rendimento.

Coach Ettore Messina ha dovuto rinunciare a Giampaolo Ricci per infortunio, mentre è rimasto fuori per turnover Giordano Bortolani. In casa Zalgiris assente Rolands Smits.

Zalgiris Kaunas-Olimpia Milano: l’analisi del match

L’Olimpia Milano √® come la neve al sole: si scioglie. A Kaunas la difesa milanese, che spesso ha contraddistinto la squadra di coach Messina, √® inesistente. Non si tiene un uno contro uno degli esterni avversari, si concedono spesso triple aperte ai giocatori dello Zalgiris (che non segnano, altrimenti il distacco finale – 87 a 73 – sarebbe stato ancor pi√Ļ ampio) e si soffre anche a rimbalzo in attacco, contro una squadra che spesso soffre a rimbalzo, priva anche del suo miglior rimbalzista, Smits.

43.8% al tiro da due punti la dice lunga sulla serata milanese. Una percentuale del genere non √® sostenibile, soprattutto se arriva in EuroLeague. In una partita in cui la squadra biancorossa doveva giocarsi, metaforicamente, la vita (sportiva, si intende), decide di non difendersi e di condannarsi da sola. Se non si difende, possiamo affermare che anche nella met√† campo offensiva l’Olimpia Milano ha faticato. La continuit√† non √® stata mai trovata, spesso si √® finito per forzare in attacco e la palla √® stata mossa poco. Insomma, si √® rivista la squadra timida, sfiduciata e impaurita di qualche settimana fa.

Lo Zalgiris cattura 36 rimbalzi, contro i 29 dei milanesi. 12 rimbalzi arrivano sotto al canestro milanese, decisamente un dato inconcepibile. La difesa al ferro √® pressoch√© inesistente per i milanesi, che concedono il 64.3% al tiro da due punti alla squadra lituana. 52 punti segnati nel secondo tempo dalla squadra di coach Trinchieri, un altro dato che spiega il crollo milanese. L’Olimpia non √® riuscita a dar continuit√† alle splendide prove contro Monaco e Fenerbahce, ma stavolta non c’√® nulla da fare: l’EuroLeague scappa via, per il secondo anno consecutivo prima della post-season. Decisamente un risultato fallimentare per una squadra costruita per arrivare lontano, seppur con qualche limite evidente.

Dal punto di vista individuale, per lo Zalgiris troviamo 20 punti di Keenan Evans, a cui si aggiungono i 17 punti con 5 assist di Sumner, vero artefice del successo dei padroni di casa. Per l’Olimpia Milano non bastano i 19 con 7 rimbalzi di un maestoso Mirotic, ed i 17 di Napier (che per√≤ √® stato a dir poco dannoso in difesa, ed alcuni dei suoi punti arrivano a buoi gi√† scappati).

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 14-17, 21-20, 24-17, 28-19.

Parziali progressivi: 14-17, 35-37, 59-54, 87-73.

Zalgiris Kaunas: Evans 20, Lekavicius 10, Hayes 8, Giedraitis 4, Birutis 7 (7 reb), Sumner 17 (5 ast), Butka n.e, Dimsa, Lavrinovicius n.e, Manek 3, Butkevicius 13, Ulanovas 4. Coach Trinchieri.

Olimpia Milano: Lo, Poythress 7, Tonut 8, Melli 1, Napier 17, Flaccadori, Hall 6, Caruso n.e, Shields 11, Mirotic 19 (7 reb), Hines, Voigtmann 4. Coach Messina

You may also like

Lascia un commento