fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza I Twolves sul mercato per i playoffs, e per il futuro: 4 mosse da fare ora

I Twolves sul mercato per i playoffs, e per il futuro: 4 mosse da fare ora

di Michele Gibin

Mercato Twolves: Dennis Schroeder per i playoffs

Nonostante il talento di Smith Jr, e la fattibilità dell’operazione, molto difficilmente l’ex giocatore dei Dallas Mavericks potrebbe sollevare già oggi le sorti dei Minnesota Timberwolves.

La più che positiva prima parte di stagione degli Oklahoma City Thunder ha di fatto chiuso anzi tempo una delle piazze potenzialmente più importanti del mercato NBA che verrà, con l’avvicinarsi della trade deadline. Chris Paul, Danilo Gallinari e Steven Adams non lasceranno il midwest a stagione in corso, a meno di occasioni invitanti (Sam Presti, general manager dei Thunder, gradirebbe non perdere Gallinari in estate per nulla, ma il mercato per il Gallo potrebbe rivelarsi tiepido, vista l’imminente free agency).

Dennis Schroeder, sesto uomo (nominale) dei Thunder, sta giocando una stagione da “Sixth Man of the Year“, e sta mettendo facilmente assieme alcuni tra i migliori numeri della carriera. E appena quattro stagioni fa, gli Atlanta Hawks si sbarazzarono di Jeff Teague proprio per fare del tedesco uno dei volti nuovi della franchigia.

Oggi, con le fasi calde del mercato NBA in arrivo, le strade dei due potrebbero tornare ad incrociarsi: Dennis Schroeder sarà sotto contratto fino al termine della stagione 2020\21 (30 milioni di dollari complessivi), e se davvero per i Thunder post-season sarà, il giocatore tedesco ne sarà stato uno dei motivi principali.

mercato Twolves

Dennis Schroeder l’uomo giusto?

I Thunder dell’anno zero post Russell Westbrook e Paul George potrebbero considerare i playoffs 2020 come un “incidente di percorso“, per quanto gradito, ma che avrebbe il lato deteriore di escluderli dalla lottery per una scelta pregiata al prossimo draft (il bottino di scelte future ottenute nelle trade Westbrook e George mitigherebbe però i danni). Cedere dunque Dennis Schroeder ed i suoi due anni di contratto per quello in scadenza di Teague servirebbe ai Thunder per salvare la faccia oggi, per così dire, e per alleggerire domani un monte salari che recita 133 milioni di dollari per la stagione 2019\20, e 105 per la prossima.

I Twolves potrebbero inserire in una ipotetica trade una futura seconda scelta, ma la necessità dei Thunder di destrutturare il loro payroll lo renderebbe probabilmente non necessario.

A Minnesota, Schroeder darebbe una scarica di adrenalina immediata ad una squadra monocorde, proponendosi come trattatore della palla primario e minaccia offensiva credibile e costante. In una Western Conference che probabilmente richiederà non più di 40 vittorie per un posto di rincalzo ai playoffs, potrebbe bastare.

Twolves, la tentazione

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi