Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors, coach Kerr: “CP3? Grande aggiunta, ma i titolari sono ancora da decidere”

Warriors, coach Kerr: “CP3? Grande aggiunta, ma i titolari sono ancora da decidere”

di Carmen Apadula
chris paul ai phoenix suns palla in mano

Chris Paul è partito titolare in tutte le 1.214 partite di regular season e le 149 partite di playoffs che ha giocato nelle sue 18 stagioni in NBA.

CP3 si è unito ai Golden State Warriors a giugno. Dopo essere stato spedito nei Washington Wizards, è stato poi dirottato agli Warriors in cambio di Jordan Poole e una futura scelta protetta al primo turno del Draft 2024.

La mossa, oltre a dare agli Warriors una significativa flessibilità finanziaria, dato che il contratto di CP3 per la stagione 2024/25 è non garantito, fornisce loro anche un potenziale cambio di ritmo quando Steph Curry è fuori dal campo, qualcosa che questa squadra non è mai stata in grado di fare, neanche quando Kevin Durant era nel roster.

Una cosa che coach Steve Kerr ha sottolineato è che CP3 aiuterà sicuramente a prendersi cura della palla. Golden State si è classificata all’ultimo posto della lega, con più di 16 palle perse a partita. Chris Paul è uno dei migliori giocatori assist-to-turnover della lega, con una media di 8.9 assist e solo 1.9 palle perse a partita con i Phoenix Suns.

“L’anno scorso perdevamo spesso il pallone” sostiene coach Kerr. “Dobbiamo migliorare questo aspetto. E il bello di Chris è che è così intelligente che ci aiuterà, che giochi con Steph o senza Steph. Se metti insieme un gruppo di giocatori intelligenti e di talento, accadranno solo buone cose”.

Tuttavia, bisogna stabilire chi sarà il titolare.

Ma, mentre il futuro Hall of Famer si prepara a vestire la maglia dei Golden State Warriors, il suo nuovo allenatore ha detto che il processo di decisione dei titolari si svolgerà nel corso del training camp di ottobre.

“Penso che sarà quello il momento adatto” dichiara coach Kerr. “Esamineremo tutti i tipi di combinazione possibili. La cosa principale è che sappiamo che tutti giocheranno molto. Ma il lusso di avere Chris è davvero notevole. È uno dei più grandi di questo gioco. È uno dei più grandi playmaker di tutti i tempi. Penso che sia una grande aggiunta”.

CP3 ha una notevole esperienza da titolare, ma sta iniziando la sua diciannovesima stagione NBA, e ha 38 anni

Gli Warriors avranno quindi bisogno di una grande spinta dalla panchina, e Jonathan Kuminga spera di essere all’altezza della sfida.

Kuminga è stato selezionato con la settima scelta nel primo giro del Draft 2021, ed è esploso in maniera entusiasmante, grazie alle sue schiacciate violente e alla sua promettente capacità bidirezionale

Tuttavia, dopo una frustrante stagione 2022/23, in cui non è riuscito a mantenere un ruolo costante nelle rotazioni di coach Kerr, si è trovato a non essere contento della sua posizione in squadra.

Da quando la stagione degli Warriors si è conclusa, Kuminga si è impegnato dentro e fuori dal campo, e sembra molto motivato a ritagliarsi un ruolo significativo nella squadra.

Se la stagione 2023/24 sarà davvero quella della svolta, sarà di buon auspicio per le aspirazioni degli Warriors

You may also like

Lascia un commento