Draymond Green rinnova con i Golden State Warriors
145208
post-template-default,single,single-post,postid-145208,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Draymond Green rinnova con i Golden State Warriors, quadriennale da 100 milioni

Draymond Green

Draymond Green rinnova con i Golden State Warriors, quadriennale da 100 milioni

Con un anno di anticipo sulla scadenza, Draymond Green rinnova il suo contratto con i Golden State Warriors.

Green firmerà un rinnovo quadriennale da 100 milioni di dollari complessivi, contratto che partirà dalla stagione 2020\21, il giocatore guadagnerà 27.6 milioni di dollari nell’ultimo anno di contratto, il 2024, e l’ultimo anno dell’accordo prevederà una player option.

Dopo la partenza di Kevin Durant verso i Brooklyn Nets, gli Warriors blindano le due star Draymond Green e Klay Thompson, che assieme a Steph Curry e l’acquisto estivo D’Angelo Russell costituiranno il nucleo di Golden State per i prossimi 5 anni.

Golden State Warriors che a partire dalla stagione 2021\22 impegneranno una cifra pari a 139 milioni di dollari per soli quattro giocatori (tutti sotto contratto con il massimo salariale). Green aveva ancora un anno e circa 18 milioni di dollari di contratto, e sarebbe diventato free agent nel 2020. L’intenzione del difensore dell’anno 2017 è sempre stata quella di rimanere a Golden State.

Come riportato da Bobby Marks di ESPN, l’ex Michigan Spartans avrebbe potuto ottenere un contratto ancora più vantaggioso affrontando la free agency e negoziando un nuovo accordo nell’estate 2020.

In carriera, Draymond Green ha vinto tre titoli NBA e giocato 5 finali consecutive con la maglia degli Warriors, guadagnandosi 3 convocazioni all’All-Star game e 3 nomine nel miglior quintetto difensivo della lega.

Green, Curry e Russell tenteranno nella prossima stagione, la prima per la squadra al nuovissimo Chase Center di San Francisco, di tenere gli Warriors in linea con le migliori squadre della Western Conference (Lakers e Clippers, Denver Nuggets, Houston Rockets e Portland Trail Blazers) in attesa del possibile ritorno in campo a stagione in corso di Klay Thommpson, che ha da poco incominciato la riabilitazione dopo l’infortunio al ginocchio di gara 6 delle finali NBA 2019.

Dopo le partenze di Durant (altro infortunato eccellente), DeMarcurs Cousins, Shaun Livingston e Andre Iguodala, ceduto ai Memphis Grizzlies per ragioni salariali, gli Warriors hanno messo sotto contratto l’ex Sacramento Kings Willie Cauley-Stein, le guardie Alec Burks e Glenn Robinson III ed il lungo ex Atlanta Hawks Omari Spellman (arrivato in cambio di Damian Jones).

Kevon Looney ha invece rinnovato per tre stagioni il suo contratto in scadenza con Golden State.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment