fbpx
Home EurolegaEurolega preview Eurolega Preview: CSKA ed Olympiacos vogliono riscattarsi

Eurolega Preview: CSKA ed Olympiacos vogliono riscattarsi

di Riccardo Olivieri

Nell’ultima giornata di questa lunghissima regular season europea si affrontano CSKA ed Olympiacos. Quando si nominano queste due squadre, la mente non può che correre alla finale del 13 maggio 2012: Spanoulis e compagni furono autori di una rimonta clamorosa ai danni del CSKA, culminata negli ultimi istanti di gara. Sislauskas sbagliò due liberi sul 61-60 per i russi con nove secondi sul cronometro, sul ribaltamento la “petaktari” di Printezis portò i greci avanti di un punto e l’intercetto di Hines, all’epoca in forza all’Olympiacos, sul “Hail Mary pass” destinato a Kirilenko chiuse la partita. Curiosando su Youtube ho trovato questo video che contiene la telecronaca di quei secondi finali in sei lingue diverse: consiglio la visione a chiunque voglia vivere tutte le emozioni di quel finale da punti di vista diversi.

Alcune circostanze rischiano però di rendere poco interessante questa partita. Entrambe le squadre sono matematicamente sicure di non poter cambiare la propria posizione in classifica e la stagione sta entrando nel vivo: far rifiatare qualche titolare potrebbe essere più che un’opzione.

Credo però che Itoudis e Sfairopoulos non rinunceranno a giocarsela, ci sono ottime possibilità che le due squadre si scontrino in semifinale: questa partita diventa quindi un’ottima occasione per studiare l’avversario.

georgios-printezis-last-basket-olympiacos-final-four-istanbul-2012 cska

Retrospettiva della “petaktari” con cui Printezis ha affossato il CSKA

 

SITUAZIONE OLYMPIACOS

Tre sconfitte nelle ultime quattro partite sono un bottino decisamente magro per i greci. Aggiungerne una quarta sarebbe ovviamente ancora peggio, un bruttissimo biglietto da visita in ottica playoff. La trasferta di Mosca non è certo l’ideale per provare a rialzarsi ma è quello che passa in convento, gli uomini di Sfairopoulos devono assolutamente provarci.

L’Olympiacos si affiderà come sempre alle geometrie di Spanoulis (11.7 ppg e 6 apg), il cui primo beneficiario è Printezis (13 ppg e 5 rpg). Il duo greco sarà coadiuvato dall’americano Erick Green (10 ppg) e dal canadese Khem Birch (7.5 ppg, 6.1 rpg e tanta difesa nel pitturato).

 

SITUAZIONE CSKA

I russi le hanno provate tutte per non arrivare primi e alla fine ci sono riusciti. Le ultime tre sconfitte sono arrivate contro fenerbahce, Baskonia e Panathinaikos, tutte squadre che faranno i playoff, per trovare una vittoria contro una squadra che ha già la qualificazione matematica alla post-season dobbiamo tornare alla partita con l’Efes della ventesima giornata: questo è un aspetto decisamente preoccupante.

Teodosic (15.8 ppg e 7.3 apg) e De Colo (20 ppg e 4 apg) sono chiamati a togliere le castagne dal fuoco: una vittoria contro l’Olympiacos ridarebbe fiducia ad un ambiente scosso dal preoccupante girone di ritorno. Kyle Hines (8.3 ppg) ritroverà i suoi vecchi compagni ma non ci sarà spazio per i sentimenti.

 

IL PRONOSTICO

Come già detto, la classifica è questa e non si può cambiare. Vincere è però fondamentale per entrambe da un punto di vista psicologico, mi aspetto una partita ricca di errori da una parte e dall’altra nel tentativo di dimostrare che si è pronti per i playoff.

Gli uomini di Itoudis sono il miglior attacco della manifestazione, quelli di Sfairopoulos la seconda miglior difesa: sarà molto interessante vedere chi avrà la meglio. Le condizioni non ottimali di Spanoulis avvantaggeranno sicuramente il CSKA, sbilanciando la lotta tra le guardie. L’Olympiacos può però rispondere con una presenza a rimbalzo molto più forte rispetto a quella dei moscoviti.

L’ago della bilancia secondo me pende leggermente dalla parte del CSKA, una vittoria punto a punto con un massimo di 80 punti segnati. Staremo a vedere.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi