fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers LeBron James, super assist contro gli Warriors per superare le polemiche

LeBron James, super assist contro gli Warriors per superare le polemiche

di Michele Gibin

Vittoria facile facile per i Los Angeles Lakers di LeBron James allo Staples Center di Los Angeles, un 126-93 contro i Golden State Warriors privi di Steph Curry. I Lakers si scrollano di dosso la difficile settimana passata in Cina e le polemiche e tornano in campo, e ad aspettarli c’è anche Anthony Davis, che smaltito l’infortunio al pollice destro è in quintetto base per coach Vogel.

29 minuti di gioco per Davis, che chiude con 8 punti, 10 rimbalzi e ben 8 assist, minutaggio analogo per LeBron James che di punti ne segna 18 con 11 assist, di cui uno altamente spettacolare a metà del terzo quarto per una tripla dall’angolo destro di Danny Green.

Sul +31 Lakers, James conduce una transizione attaccando il ferro, ed in volo verso il canestro trova senza guardare, ed in salto, Green nell’angolo, che segna da tre punti. E’ la giocata della serata per i Los Angeles Lakers, ed una giocata che ricorda un assist di tanti anni fa di Steve Nash in maglia Phoenix Suns, contro i Miami Heat.

L’assist? Davis ha fatto l’apertura mentre io stavo già correndo in contropiede, io ho visto Green già in posizione ed allora ho cercato di andare più sotto canestro possibile per scaricare proprio all’ultimo secondo. Jason Kidd mi ha suggerito per tutta la gara di correre, di giocare rapido e spingere in attacco, e questo è il risultato

I Lakers segnano 15 tiri da tre punti, i soli Avery Bradley e Quinn Cook – ex di turno assieme a JaVale McGee – ne segnano 4 a testa. James e Bradley i migliori realizzatori di serata con 18 punti ciascuno., dalla panchina altra buona prova di Dwight Howard, che in 15 minuti chiude con 13 punti e 7 rimbalzi (e 3 palle perse) nonostante un “tunnel” subito da D’Angelo Russell. “Ora abbiamo un paio di giorni per aggiustare alcune cose” Prosegue James “La regular season parte martedì, non possiamo pretendere di essere già perfetti, però vogliamo iniziare a fare le cose per bene“.

Dopo la partita poi, LeBron James non resiste ad una frecciata di chiusura alle polemiche sul atteggiamento ritenuto “di comodo” sulla questione NBA-Cina.

Prima della partita ho letto una statistica interessante, ho corso in carriera 7mila miglia più di Vince Carter, che ha 7 anni più di me – e che oggi a segnato 14 punti in un quarto, tra l’altro, incredibile – la verità è che io sono nato per i carichi di lavoro pesanti. Sia dentro che fuori dal campo

Anthony Davis al debutto allo Staples: “LeBron toglie pressione”

Anthony Davis ha tranquillamente fatto il proprio debutto allo Staples Center, l’ultimo passaggio obbligato per l’ex stella dei New Orleans Pelicans per aprire definitivamente il nuovo capitolo della sua carriera.

A New Orleans, Davis ha condiviso il parquet con altri All-Star, passati (Rajon Rondo, oggi di nuovo suo compagno di squadra)  e presenti (lo sfortunato DeMarcus Cousins, e Jrue Holiday), ma per la prima volta in carriera, al fianco di LeBron James il prodotto di Kentucky sente di non avere tutti gli occhi addosso: “Ti toglie pressione, è una bella sensazione sapere che non dovrai sopportare da solo tutto il peso. Ognuno qui ha il suo ruolo, ci sono tanti giocatori che possono segnare, non c’è bisogno di dominare ogni possesso“.

Sarà un anno bellissimo, giochiamo bene, muoviamo il pallone e difendiamo con grinta. Per vincere dovremo dare tutto, ma vogliamo intanto alzare l’asticella

Della presenza di una seconda star di assoluta grandezza in squadra vuole beneficiare anche James: “Davis ha già visto tutte le difese possibili a New Orleans, può creare gioco sia per sé che per i compagni. E non ci sono in giro tanti giocatori in grado di farlo, di condizionare una partita come fa lui: segna, va a rimbalzo e fa girare il pallone ad un livello altissimo“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi