fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Miami Heat in gara 5 si spegne la luce, Butler: “Guardiamo avanti”

Miami Heat in gara 5 si spegne la luce, Butler: “Guardiamo avanti”

di Michele Gibin

I Miami Heat hanno un problema? Nelle ultime due partite della serie di finale di conference contro i Boston Celtics, Jimmy Butler e compagni hanno smarrito la mira al tiro da tre punti: in gara 4  e gara 5, gli Heat non hanno fatto meglio di un 17 su 76 complessivo, e se in gara 4 gli eroismi di Tyler Herro erano bastati, nella quinta partita della serie dei Celtics più rilassati hanno risposto.

Miami ha concesso a Boston 41 punti nel terzo quarto, e per la prima volta nella serie la difesa a zona di Erik Spoelstra è sembrata meno granitica, bucata a ripetizione dai pazienti Celtics con Daniel Theis e Jaylen Brown. In attacco invece, dopo un secondo quarto da 32 punti, si è spenta la luce al tiro pesante per Duncan Robinson (17 punti nel primo tempo, su 20 totali), Jae Crowder e Goran Dragic.

Per stessa ammissione di coach Spoelstra, “i Celtics ci hanno surclassato nel secondo tempo“, nel quarto periodo il loro vantaggio ha toccato anche il +19 (117-98 dopo un gioco da tre punti di Jayson Tatum). “I nostri ragazzi anno ben presente che tipo di squadra hanno di fronte, abbiamo un gran rispetto di Boston e sappiamo che non è una serie facile. La qualificazione bisogna guadagnarsela“.

Heat: Adebayo e Butler commentano la sconfitta di gara 5

Bam Adebayo, che in gara 4 ha riportato un infortunio al polso e braccio sinistro, si è voluto addossare la maggior parte della colpa per la sconfitta. I Celtics hanno controllato la partita a rimbalzo e tirato con grandi percentuali nel secondo tempo, dopo un inizio pessimo nel primo quarto (5 su 20 al tiro). “E’ colpa mia, ho giocato da schifo, punto. I compagni non c’entrano e non c’entra l’allenatore, ho sbagliato troppo io. Ora ho 24 ore per recuperare, testa alla prossima“. Adebayo ha chiuso la sua partita con 13 punti, 8 rimbalzi e 8 assist, e con 5 falli.

Non sono stato l’ancora difensiva che di solito sono, non ho parlato abbastanza in difesa, oggi sono stato proprio indietro di un passo“, ancora l’ex Kentucky, “L’infortunio? No, sto bene“.

Jimmy Butler (17 punti, 8 rimbalzi e 8 assist a fine gara) difende Adebayo: “Gli parlerò, ma è lui il primo a sapere che non deve rimuginare sulla partita“, poi su gara 5: “La colpa è di tutti, nessuno ha giocato al suo livello oggi, al livello che ci serve per vincere. Rispetto che voglia prendersi la colpa ma non si tratta di uno solo (…) domenica per gara 6 avremo di nuovo bisogno di lui e di tutti, impareremo da questa sconfitta. Andrà tutto per il meglio“.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi