fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets Brooklyn Nets, dopo soli due mesi si dimette il CEO Levy, la squadra KO a Utah

Brooklyn Nets, dopo soli due mesi si dimette il CEO Levy, la squadra KO a Utah

di Michele Gibin

Dopo soli due mesi dal passaggio di consegne Prokhorov-Tsai, i Brooklyn Nets comunicano le dimissioni del CEO David Levy, scelto proprio dal magnate fondatore di Alibaba.com come suo braccio destro.

Oliver Weisberg prenderà il posto di Levy, la fine del rapporto tra i Nets e l’ormai ex CEO è stata “consensuale”.

Mentre stiamo per entrare in un nuovo capitolo della storia di questa franchigia” Così Weisberg in un comunicatoE’ importante che proprietà e management siano perfettamente allineati. Siamo orgogliosi della cultura che abbiamo instaurato qui con coach Kenny Atkinson e Sean Marks, e continueremo su questa linea per offrire sempre ai nostri tifosi la miglior esperienza possibile“.

Joseph Tsai ha rilevato il pacchetto di maggioranza dei Brooklyn Nets dalle mani del miliardario russo Mikhail Prokhorov, dopo circa due anni di partnership. Contemporaneamente, Tsai ha rilevato il Barclays Center, l’arena di Brooklyn che ospita le partite dei Nets. Tsai ha affidato a Twitter il suo messaggio di ringraziamento a Levy per il suo operato, nonostante la brusca fine del rapporto professionale.

Brooklyn Nets un inizio in salita, Atkinson: “Siamo sotto la media”

Dopo 10 partite di stagione regolare, recita 4 vittorie e 6 sconfitte il record della squadra di coach Atkinson. I Nets hanno raccolto sul difficile campo degli Utah Jazz la seconda sconfitta consecutiva, dopo la dura lezione subita a Phoenix contro i Suns.

La partita è scappata di mano a Kyrie Irving e compagni nel quarto periodo, i Jazz hanno rimontato uno svantaggio di 15 punti e tenuto i Nets ad un solo canestro dal campo realizzato in oltre tre minuti. Irving ha chiuso con 27 punti, ma con un modesto 10 su 30 al tiro in 37 minuti di gioco. Per Brooklyn assente Caris LeVert a causa di un infortunio al pollice della mano destra riportato contro i Suns.

Siamo sotto la media, siamo 4-6 e la nostra difesa può e deve migliorare, è necessario per fare quel passo in avanti. La NBA non ti perdona, e noi non stiamo rendendo come potremmo. Credo che questo i ragazzi lo capiscano

Stiamo costruendo un gruppo nuovo, ed il processo prosegue, finora è andato tutto bene” Continua coach AtkinsonPartite come queste, contro Utah, Denver, sono partite difficili, ma noi siamo rimasti in gara“.

Donovan Mitchell (30 punti) e Rudy Gobert (18 punti e 15 rimbalzi) hanno impartito ai Nets la quarta sconfitta su cinque partite lontano dal Barclays Center. Il giro di trasferte ad Ovest per Brooklyn proseguirà giovedì contro i Denver Nuggets, bruciati all’overtime dai 42 punti di un super Trae Young al Pepsi Center.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi