La resa dei Boston Celtics? Kyrie Irving: "Troppi errori, che difesa i Bucks"
138343
post-template-default,single,single-post,postid-138343,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

La resa dei Boston Celtics? Kyrie Irving: “Troppi errori, difesa Bucks ci costringe a forzare”

La resa dei Boston Celtics? Kyrie Irving: “Troppi errori, difesa Bucks ci costringe a forzare”

la quarta partita della serie si è rivelata una grande delusione per Kyrie Irving ed i Boston Celtics, ora sotto 3-1 contro i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo e con pochi motivi di ottimismo guardando a gara 5, da giocare in trasferta al Fiserv Forum.

Due sconfitte casalinghe pesanti, contro la miglior squadra – record alla mano – NBA, e rese ancora più amare dalle cattive prestazioni offensive di Kyrie Irving, senza i cui canestri l’attacco dei Celtics non si dimostra semplicemente all’altezza.

Dopo aver segnato 30 punti nel primo quarto, Boston ne segna appena 42 nei due quarti centrali, mentre i Bucks scappano nonostante i problemi di falli di Giannis Antetokounmpo.

Ho sbagliato dei tiri” Irving non si nasconde nel post partita “Ho solo sbagliato tanti tiri, succede. A volte succede e devi accettarlo” 5 su 17 nel solo primo tempo per Kyrie, 7 su 22 complessivo per 23 punti e 10 assist a fine partita, in una gara in cui la panchina dei Celtics soffre e segna soli 7 punti.

Marcus Smart torna in campo e getta il cuore oltre l’ostacolo, ma si fa notare solo per gli errori ed i (troppi) tiri presi (1 su 7, tutti di tre punti) in un eccesso di foga agonistica. Gordon Hayward è impalpabile, la difesa dei Bucks efficace nel riempire l’area per le penetrazioni di Jayson Tatum e Jaylen Brown ed a sfidare al tiro da fuori i Celtics.

“(I Bucks, ndr) fanno un gran lavoro nell’affollare l’area” Irving nel post partita “Mi negano la penetrazione e mi mandano contro sempre due o tre uomini. I miei problemi al tiro? Non ci sono problemi, sono un giocatore e sono preparato a tutto, certo è difficile trovare ritmo quando sei marcato a tutto campo azione dopo azione… da me ci si aspetta sempre il massimo, sto cercando di creare occasioni per i miei compagni e per me, sfruttando l’aggressività della difesa. 22 tiri? avrebbero dovuto essere 30“.

Mike Budenholzer ci sta costringendo a prendere decisioni in emergenza, la loro difesa ci toglie tante soluzioni, e se non sei pronto per reagire ne può uscire solo un brutto tiro

Le ultime 3 partite di Irving parlano di un 31% complessivo al tiro, la peggior prestazione di sempre in post-season del campione NBA 2016 in un arco di tre gare. Come nel 2016, Kyrie Irving si trova in svantaggio per 3-1 in una serie di playoffs, con una partita in trasferta da vincere assolutamente ed un ritmo offensivo da ritrovare per una squadra con troppo poco attacco per sopravvivere ad un periodo di secca simile da parte del suo leader.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment