fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Raptors-Celtics, rivincita Toronto del condottiero Lowry: “Infortuni? Non ci interessa”

Raptors-Celtics, rivincita Toronto del condottiero Lowry: “Infortuni? Non ci interessa”

di Michele Gibin

Seppur travolti dagli infortuni simultanei di Pascal Siakam, Marc Gasol e Norman Powell, i Toronto Raptors non hanno alcuna intenzione di accampare scuse, e si prendono la rivincita della partita di Natale andando a vincere al TD Garden di Boston contro i Celtics.

113-97 il risultato finale per i campioni in carica guidati dall’orgoglioso Kyle Lowry (30 punti e 7 assist), che guida il suo “manipolo” di riserve ad una vittoria convincente, la 22esima in stagione. “Siamo professionisti, non ci interessa. Non importa di cosa si dice, non importa se nessuno sa chi sia Oshae Brisset, ne da dove sia arrivato, nessuno conosceva Chris (Boucher, ndr) e invece guardate come gioca. Noi andiamo la fuori e facciamo il nostro lavoro“.

Il condottiero Lowry sta tenendo i Raptors in linea con le migliori squadre della Eastern Conference, nonostante Toronto sia già diventata oggi la quarta squadra NBA i cui giocatori hanno già perso un totale di 103 partite potenziali per infortunio. le altre (Trail Blazers, Warriors e Washington Wizards) viaggiano con record abbondantemente perdenti, come riportato da ESPN. L’esperienza di veterani come Serge Ibaka (altro giocatore reduce da un infortunio), e persino come Patrick McCaw, che contro Boston chiude con 18 punti, 7 rimbalzi e 8 assist, ha impedito sinora ai Raptors di perdere terreno, e col rientro della star Siakam, di Gasol e Powell, le cose non potranno che migliorare.

Doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi per Ibaka. Fred VanVleet, il vero uomo indistruttibile di questi Raptors (36.4 minuti di media a gara), tira con percentuali modeste ma chiude con 18 punti, 3 rimbalzi, 5 assist e 5 recuperi difensivi, Toronto tiene a debita distanza i Celtics nel secondo tempo, concedendo a Kemba Walker (30 punti per lui) e compagni soli 43 punti.

Talento, ed altruismo” la ricetta perfetta per Fred VanVleet per resistere agli infortuni “Siamo un gruppo di giocatori altruisti, che gioca duro e che gioca di squadra, con una grande allenatore. Giocando così ti dai sempre una chance di vincere sera dopo sera“, e tentare di vincere tutte le partite pare quasi una missione per questi Raptors, che nonostante la partenza di Kawhi Leonard non hanno intenzione di lasciare nulla di intentato per riguadagnarsi una finale NBA che avrebbe dell’incredibile: “Quanto siamo forti? Non lo sappiamo ancora, lo scorso anno abbiamo imparato a rimanere ‘sul pezzo’ e prendere quello che viene, senza fare piani. Noi vogliamo essere la migliore versione possibile di noi stessi da aprile in poi“, ancora Lowry.

Stasera ci hanno distrutto” Così coach Brad Stevens sulla prova dei suoi Celtics, 7 su 32 al tiro da tre punti e che perdono la sfida a rimbalzo per 51-32 “Noi dobbiamo fare decisamente meglio, loro sono stati perfetti sul pick and roll tutta la sera“.

Non siamo stati pronti da subitoMarcus Smart non celebra nel migliore dei modi il suo rientro in campo dopo 8 partite d’assenza “Loro hanno fatto tutto bene, onore  a loro, noi abbiamo vinto bene in casa loro a Natale, sapevamo che ci avrebbero attaccato ma non abbiamo fatto molto per impedirglielo“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi