fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics I Celtics alzano le marce e stendono i Raptors 122 a 100: ora fanno paura!

I Celtics alzano le marce e stendono i Raptors 122 a 100: ora fanno paura!

di Francesco Catalano

E’ senza remore la vittoria dei Boston Celtics sui Toronto Raptors in quella che per molti analisti è la miglior partita della stagione dei biancoverdi che hanno chiuso col punteggio di 122 a 100. 

Una  gara davvero a senso unico dal primo all’ultimo minuto. Anche se, queste non erano ovviamente le previsioni prima dell’incontro. I Raptors venivano a questo scontro con uno dei migliori trend della bolla riconfermando le loro potenzialità da contender grazie alla solidità, al gioco fluido e all’altissima chimica di squadra.

I Celtics invece avevano fatto nella bolla un percorso altalenante segnato da due vittorie e due  sconfitte. Un aspetto che ha subito diverse critiche è la fase difensiva dei  biancoverdi: non più quella di prima secondo alcuni. Invece, durante il match tutti questi pronostici si sono ribaltati ed è proprio in difesa che i ragazzi di coach Brad Stevens fanno la differenza.

Nonostante ciò, Stevens non ha voluto adagiarsi sugli allori vedendo questa gara come un punto di partenza più che come un punto d’arrivo. “Loro sono davvero una buona squadra. Penso che hanno mancato un sacco di buone occasioni e semplicemente non era la loro serata”. Poi ha detto sui suoi ragazzi: “Penso che abbiano giocato bene. Ma tra un paio di settimane quando magari ci incontreremo non significherà nulla”.

Questa sfida infatti potrebbe materializzarsi di nuovo in una semifinale di Conference per decretare la squadra che andrà a sfidare presumibilmente i Milwaukee Bucks per un posto alle Finals. Come abbiamo detto, i Celtics stanotte hanno fatto la differenza soprattutto nella metà-campo difensiva obbligando i Raptors a mantenersi su percentuali bassissime al tiro (46% dal campo e 26%  da tre punti).

View this post on Instagram

That @youngamechanger hustle! #WholeNewGame @nbaontnt

A post shared by • #WholeNewGame • (@nba) on

Celtics, dopo la vittoria coi Raptors, coach Stevens vola basso: “Abbiamo giocato bene ma la strada è lunga”

Così coach Nick Nurse ha commentato la prestazione del suo team. “E’stato difficile segnare. Penso che nel primo tempo abbiamo fatto 19 tentativi da tre e sto cercando di capire quali non avrei voluto che fossero presi. Molti erano buoni e penso che fa male pensare di non averne messo quasi nessuno. Un po’ scoraggiante”.

Poi ha continuato: “All’inizio abbiamo giocato bene difensivamente, come l’altra sera. Ma in attacco siamo stati quasi nulli”.  Il migliore dei Raptors è stato Fred VanVleet con 13 punti (4 su 14 dal campo e 1 su 6 da tre), seguono Siakam, Powell e Lowry con 11 punti ciascuno. In generale, però, tutte le statistiche dei giocatori del nord sono pessime.

Invece, tutti altri numeri quelli che hanno messo a referto i Celtics. Guida Jaylen Brown con 20 punti (7 su 14 dal campo e 4 su 8 da tre), seguono i 18 punti e 7 rimbalzi di Jayson Tatum, i 17 punti di Kemba Walker, i 15 di Wanamaker che sta salendo di livello mentre Kemba ha ancora qualche acciacco e gli 11 punti di Theis e Ojeleye. Da segnalare anche l’ottima gara di Robert Williams III che sta  trovando finalmente un po’ di continuità e fiducia nei sui mezzi. La sua preponderanza fisica e la sua capacità straripante di andare a rimbalzo potrebbero fare davvero comodo a Stevens.

In ogni caso il coach dei Celtics vuole rimanere coi piedi per terra. “Le ultime due partite le abbiamo giocato meglio, ma abbiamo una lunga strada da percorrere per arrivare dove vogliamo”.

Se, però, questi sono i Celtics, la squadra del Massachusetts può iniziare davvero ad intimorire le altre contender e a ritagliarsi un posto tra le squadre che contano. I biancoverdi sembrano qualcosa di più di una semplice outsider.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi