fbpx
Home NBANBA TeamsLos Angeles Lakers Clippers-Celtics, Rivers critica gli arbitri: “Canestro di Williams valido!”

Clippers-Celtics, Rivers critica gli arbitri: “Canestro di Williams valido!”

di Michele Gibin

I Los Angeles Clippers perdono partita e Paul George per infortunio alla vigilia della pausa per l’All-Star Game di Chicago, gli uomini di Doc Rivers cadono al TD Garden di Boston dopo due overtime, e sotto i colpi del neo All-Star Jayson Tatum.

Dura soli 15 minuti la partita di Paul George, che non ritorna in campo per il secondo tempo a causa di un riacutizzarsi del problema muscolare alla gamba destra che aveva tenuto fuori l’ex OKC Thunder per 9 partite a gennaio. I Clippers hanno ceduto a Boston per 141-133, nonostante i 35 punti di Lou Williams e le doppie doppie di Kawhi Leonard e Montrezl Harrell.

Coach Rivers ha spiegato dopo la partita come la decisione di fermare George sia stata presa a scopo precauzionale, col giocatore che avrebbe voluto tornare in campo: “Ma trattandosi di nuovo del quadricipite“, spiega Rivers “E con la pausa per l’All-Star Game in arrivo, abbiamo deciso di non rischiare nulla. Se sono preoccupato? Un poco, perché è la seconda volta, forse la terza. Ora (George, ndr) ha bisogno di riposo, poi vedremo il da farsi“.

I Clippers riprenderanno la loro stagione il 22 febbraio contro i Sacramento Kings. Paul George non prenderà parte all’All-Star Game per la prima volta dalla stagione 2015\16, sei le convocazioni in carriera per la star dei Clippers.

I Los Angeles Clippers hanno fatto i conti con una dose cospicua di problemi fisici in questa stagione: Paul George aveva già saltato le prime 10 partite di regular season per completare la preparazione dopo il doppio intervento alle spalle della primavera 2019, e Landry Shamet, Pat Beverley e Kawhi Leonard hanno saltato un totale di 63 partite nel corso della stagione. Contro i Celtics, Beverley ha saltato la sua quarta gara consecutiva, a causa di un problema muscolare all’inguine. “In questa prima metà di stagione abbiamo schierato più quintetti diversi che tutte le altre squadre messe assieme“, ancora Rivers “Ma il nostro record è comunque positivo. Dobbiamo solo restare sani, se possibile, quella sarà la chiave per noi. Ma siamo in buona posizione, le cose stanno andando abbastanza bene“.

37-18 il record parziale dei Clippers, in lotta con Denver Nuggets (38-17) e Utah Jazz (36-20) per il secondo posto nella Western Conference dietro ai Los Angeles Lakers. La sconfitta di Boston è la seconda consecutiva e la terza nelle ultime 4 partite.

Clippers-arbitri, ancora polemiche: ” Canestro di Lou Williams buono!”

Così come contro i Philadelphia 76ers 48 ore prima, i Clippers non hanno gradito alcune chiamate arbitrali dubbie nel finale di partita, ed in particolar modo un mancato fischio su Lou Williams a 26 secondi dal termine del primo overtime.

Con i Celtics in vantaggio sul 127-124 ed il possesso in mano ai Clippers, Williams era riuscito a segnare il tiro da tre punti del pareggio dall’angolo sinistro, subendo il fallo di Gordon Hayward. In un primo momento, gli arbitri avevano convalidato il canestro e concesso a Lou Williams il tiro libero del potenziale sorpasso, salvo poi tornare sui propri passi ed indicare il fallo come commesso prima del movimento di tiro.

I Celtics avevano ancora un fallo da spendere prima del bonus.

Una chiamata arbitrale importantissima, non so come (gli arbitri, ndr) abbiano potuto cambiare idea, era chiaramente un fallo sul tiro“, così RiversGli arbitri ci avevano detto che i Celtics avevano ancora un fallo da spendere, e che quindi avrebbero cercato di usarlo, ma se guardiamo il replay vediamo che Hayward non va per commettere fallo intenzionale (…) quello che non mi piace è che un arbitro, quello più vicino ed in posizione migliore, fischi una cosa, e poi arrivino gli altri due da lontano, con Scott Foster, e cambino le cose. Se guardate, l’arbitro più vicino, quello che ha fischiato, fa chiaramente segno di canestro valido“.

I Clippers hanno comunque mantenuto il possesso e pareggiato la partita con un tiro da tre punti di Landry Shamet (19 punti in 48 minuti).

Gli arbitri mi hanno detto che (i Celtics, ndr) avevano un fallo da spendere, ma lo sapevo da me… Lou Williams commenta l’episodio “Per quello ho cercato di tirare subito dopo aver ricevuto, come si fa per cercare di anticipare le mosse del tuo avversario. ma se gli arbitri partono già con un’idea di quello che sta per accadere in campo, e sono già pronti a fischiare in quella direzione, credo che in questo modo si perda il valore di saper leggere le situazioni al volo. Sei sotto di tre punti, e sai che cercheranno di fare fallo (…) dopo il timeout, ho visto Brad Stevens (allenatore dei Celtics, ndr) segnalare ai suoi di fare fallo, allora ho suggerito ai miei compagni di provare a tirare subito, chiunque avesse ricevuto la rimessa“.

Io non ho fatto alcun movimento di ‘swing-through’ (cercare le braccia del difensore allungando le proprie, ndr) ne altro di quelle cose che ora non sono più viste come movimento di tiro, ho semplicemente tirato, e non capisco proprio perché non abbiamo dato buono il canestro“.

Nel secondo overtime, i Clippers hanno segnato soli 6 punti. Jayson Tatum ha chiuso la sua partita con 39 punti e 9 rimbalzi in 48 minuti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi