fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Curry: “Un paio di scarpe a un hater? Forse dovrei mandarle a Jordan…”

Curry: “Un paio di scarpe a un hater? Forse dovrei mandarle a Jordan…”

di Francesco Catalano

Continua la querella a distanza tra Steph Curry e Michael Jordan. I due non si sono mai amati particolarmente e hanno avuto sempre modo di beccarsi in diverse interviste, senza affondare mai veramente il colpo. Il primo dei due ad aver lanciato il guanto di sfida è stato l’ex Chicago Bulls. Jordan, infatti, in un’intervista rilasciata nel mese di Ottobre alla NBC, aveva dichiarato che secondo lui Curry è un buon giocatore, ma non a tal punto da meritare un posto nella Naismith Memorial Basketball Hall Of Fame. Parole che sono girate ed hanno alzato un polverone nel mondo cestistico.

Senza ombra di dubbio, Curry è quanto mai di più lontano ci possa essere dal basket giocato dei tempi di Jordan, ma è innegabile che il gioco stesso si sia rivoluzionato dalle fondamenta. Gli schemi e i sistemi in campo sono completamente cambiati richiedendo anche la presenza e l’utilizzo di giocatori diversi rispetto a quelli di venti anni prima per esempio.

Steph è il classico scorer della NBA moderna, quello che si prende tantissimi tiri da tre punti (cosa che non esisteva ai tempi di MJ). Ciò non toglie che è stato uno dei migliori cestisti degli ultimi anni e che al 99.9% entrerà di diritto nella Hall Of Fame. Difficile non inserire in tale lista un due volte MVP della regular season e un tre volte campione NBA. Tutto quello che ha fatto e che sta facendo con i Golden State Warriors è entrato di diritto nella storia del basket.

Lo Splash Brother, successivamente, ha risposto a Jordan dicendo di essere un buon giocatore, ma che ancora deve dimostrare molto. Steph non è quindi caduto nella provocazione dell’attuale proprietario degli Hornets, ma qualcosa in più si è lasciato scappare.

Pochi giorni fa ha prodotto insieme a Sole Collector un video promozionale per il suo sponsor Under Armour. In tale ripresa, mentre gioca ad HORSE assieme a Matthew Welty, gli viene chiesto a chi avrebbe regalato un paio di scarpe tra i suoi “haters”. E Steph dopo averci pensato un attimo scherzando ha detto: “Magari potrei mandarne un paio a MJ (Michael Jordan, ndr)”. Una risposta che riaccende un po’ il battibecco avvenuto tra i due, senza però troppo risentimento. Ormai non è una novità che tra di loro non scorra buon sangue.

Nel frattempo, Steph non potrà scendere in campo per smentire Jordan perché a causa di una frattura alla mano sinistra sarà out fino almeno in primavera. Momento dal quale la franchigia della California valuterà se utilizzarlo per il finale di stagione o meno.

Intanto, chissà se MJ riceverà il suo paio di Under Armour firmate Steph Curry

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi