fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDenver Nuggets La prima tripla doppia in carriera di Domantas Sabonis lancia i Pacers: “Trasferta inizia bene!”

La prima tripla doppia in carriera di Domantas Sabonis lancia i Pacers: “Trasferta inizia bene!”

di Michele Gibin

Grazie alla prima tripla doppia in carriera di Domantas Sabonis, gli Indiana Pacers sbancano il Pepsi Center di Denver in rimonta ed incassano uno dei successi esterni più prestigiosi della loro stagione.

Pacers-Nuggets termina 115-107, per il principino del Baltico una prova da 22 punti, 15 rimbalzi e 10 assist in 41 minuti di gioco. Malcolm Borgdon ci aggiunge altri 22 punti con 8 assist, e Doug McDermott da Creighton prende fuoco nel quarto periodo segnando 18 dei suoi 24 punti finali (9 su 10 al tiro, 6 su 7 al tiro da tre punti in appena 21 minuti di gioco).

Nuggets senza l’infortunato Jamal Murray e senza Paul Millsap e Gary Harris, coach Malone si affida a Nikola Jokic (30 punti con 10 rimbalzi) ed alla sua panchina lunga: Miles Plumlee, Michael Porter Jr e P.J. Dozier chiudono con 31 punti complessivi, ma i Nuggets sparano a salve al tiro da tre punti, solo 3 su 23.

I Pacers iniziano il quarto periodo sul -7 (81-74), ma con McDermott trovano un quarto da 41 punti e passano avanti per la vittoria numero 28 in stagione: “Abbiamo giocato una buona partita, siamo sempre rimasti li a 5-6 punti di distacco” Spiega Sabonis nel post gara “Era la vittoria che ci serviva per cominciare bene il nostro giro di trasferte, ci abbiamo creduto e nel quarto periodo tutti i miei compagni hanno saputo salire di livello“.

115 punti dei Pacers, nonostante un inizio freddissimo in attacco con 6 errori consecutivi e soli 19 punti nel primo periodo. Gli uomini di coach Nate McMillan recuperano in fretta e chiudono la partita con il 50% al tiro e ben 31 assist di squadra, dalla panchina Aaron Holiday segna 14 punti in 25 minuti. “McDermott ci ha ammazzato, Sabonis ci ha ammazzato” Così Mike Malone6 rimbalzi offensivi nel quarto periodo, ed anche quando sbagliavano, si sono dimostrati più fisici di noi. Brutta sconfitta la nostra“.

Parla di “partita buttata” Porter Jr, che anche grazie agli infortuni si è ritagliato uno spazio fisso nelle rotazioni di coach Malone. La scelta numero 14 al draft NBA 2018 sta viaggiando da Natale a 11 punti di media, con il 64% al tiro ed il 48% al tiro da tre punti. “Sta migliorando, capisce il piano partita e le nostre regole difensive. In difesa è dove si è applicato di più“.

Gli Indiana Pacers finalmente al completo, dopo i problemi fisici di Brogdon e che attendono solo il ritorno di Victor Oladipo, affronteranno ora una serie di 4 trasferte tra Utah, Phoenix, Golden State Warriors e Portland, per proseguire una striscia positiva che ha toccato le 5 partite.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi