Home NBA, National Basketball AssociationDanilo Gallinari Gallinari ai Bucks: “Non guardo ai minuti, qui per dare una mano”

Gallinari ai Bucks: “Non guardo ai minuti, qui per dare una mano”

di Alessandro Buongiorno

Danilo Gallinari resta in NBA e lo fa in una contender: i Milwaukee Bucks. Dopo la trade tra Washington e Detroit in molti avevano prospettato un suo ritorno in Europa, soprattutto i tifosi dell’Olimpia sognavano un nostalgico ritorno in patria. Invece la star della nazionale italiana all’età ormai di 35 anni si regala la sua probabile ultima possibilità di vincere un anello.

In una recente intervista ha dichiarato che “la relazione con Doc Rivers ha sicuramente influito sulla scelta finale della squadra”, la grande fiducia che il coach ripone nel suo ex giocatore ai tempi dei clippers è stata fondamentale per l’accordo. Proprio sul suo approdo Rivers ha sottolineato che “Leadership e tiro da fuori è ciò che serviva a questa squadra” ponendo di fatto un atto di stima nei confronti dell’italiano.

La possibilità di contendere per il titolo ha aiutato sulla decisione, anche perché l’orologio biologico per Gallinari scorre sempre più velocemente sopratutto dopo il brutto infortunio in nazionale EuroBasket 2022. Infatti Danilo da quel momento in NBA è riuscito a collezionare solo 32 presenze da 14.8 minuti a partita. Il cestista però non sembra preoccupato da questi dati e ha affermato che “Non mi interessa giocare tutte le notti o giocare per una serie di minuti precisi, sono qui per aiutare”. Nel frattempo il Gallo ha esordito con i Bucks nella vittoria in trasferta per 112-107 contro i Minnesota Timberwolves, un esordio ligght da appena 5 minuti in campo.

I Bucks quindi si affidano a Gallinari per trovare la quadra a una squadra che non sta rispettando a pieno le aspettative, l’ala dalla sua parte deve ritrovare una forma fisica accettabile per acquisire ritmo sopratutto per i playoffs, le sue capacità di allargare il campo con il suo tiro dall’arco possono diventare un’arma fondamentale.

Ci auguriamo tutti che questo accada il più presto possibile, anche in ottica nazionale dove la sua leadership potrebbe tornare utile nonostante il rapporto teso che sembra essersi creato con Pozzecco e Petrucci proprio dopo il suo sfortunato infortunio.

Summary

You may also like

Lascia un commento