Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Gilgeous-Alexander e l’eredità di Westbrook: “Siamo diversi”

Gilgeous-Alexander e l’eredità di Westbrook: “Siamo diversi”

di Francesco Schinea

Shai Gilgeous-Alexander è pronto ad essere la point-guard del futuro per gli Oklahoma City Thunder. Il neoacquisto della squadra di coach Donovan non vuole però sentirsi addosso la pressione relativa al fatto di essere il successore di Russell Westbrook, ceduto agli Houston Rockets.

“Non sono Russell Westbrook”, ha detto l’ex Clippers. “Non abbiamo lo stesso nome, lo stesso fisico, niente di tutto ciò. Cercherò quindi di essere me stesso e il migliore possibile, tutto il resto non mi interessa”.

Gilgeous-Alexander è approdato ad Oklahoma nell’ambito dello scambio che ha spedito Paul George ai Los Angeles Clippers, andando a formare una super coppia con Kawhi Leonard. Con la maglia dei losangelini ha realizzato 10.8 punti e 3.3 assist di media a partita nella sua stagione da rookie.

Shai Gilgeous-Alexander, il rapporto con Chris Paul e Danilo Gallinari

Il prossimo anno Gilgeous-Alexander potrà condividere il parquet con il compagno di reparto Chris Paul, veterano che potrà essere di grande supporto nel processo di maturazione cestistica del ventunenne.

“Ho imparato molto da lui in termini di mentalità, angoli, cose del genere. È ovviamente un grande giocatore. È stato un giocatore importante per molto tempo, e mi sono ispirato a lui. Continuerò a imparare da lui finché riuscirò a farlo”.

Oltre a Paul, Gilgeous-Alexander ritroverà in maglia Thunder anche il suo ex compagno di squadra ai Clippers, Danilo Gallinari.

“Un ragazzo abile e competitivo. Uno dei veterani della mia stagione da rookie. Sono contento di poter giocare ancora con lui”, ha detto riguardo il giocatore azzurro.

You may also like

Lascia un commento