Spurs, vittoria numero 1211 per Gregg Popovich, è il quarto di sempre
126868
post-template-default,single,single-post,postid-126868,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Spurs, Gregg Popovich sorpassa Pat Riley, è il quarto coach NBA più vincente di sempre

Spurs, Gregg Popovich sorpassa Pat Riley, è il quarto coach NBA più vincente di sempre

La facile vittoria dei San Antonio Spurs sui derelitti Phoenix Suns è valsa a coach Gregg Popovich il successo numero 1211 in carriera (regular season). Popovoch è diventato quindi il quarto allenatore più vincente della storia della NBA, superando l’attuale presidente dei Miami Heat Pat Riley.

Nel mirino di coach Pop (che immaginiamo tenga molto a questo tipo di cose…) c’è ora il leggendario allenatore degli Utah Jazz Jerry Sloan, a quota 1221. Più avanti, l’ex coach degli Atlanta Hawks Lenny Wilkens (1332), ed il grande Don Nelson, con 1335 vittorie di regular season in carriera.

Gregg Popovich dovrebbe superare Jerry Sloan già nelle prossime settimane, mentre per superare Wilkens e Nelson, il coach 5 volte campione NBA dovrebbe rimanere sulla panchina dei San Antonio Spurs per almeno le prossime due stagioni (stima approssimativa).

Popovich, 69 anni, è attualmente capo allenatore della nazionale statunitense, che sarà impegnata ai prossimi mondiali FIBA in programma in Cina nel 2019.

Il normale periodo di transizione (se non di ricostruzione) cui i San Antonio Sopurs saranno destinati nei prossimi due-tre anni potrebbe spingere Gregg Popovich a lasciare la panchina nero-argento dopo più di vent’anni, per concentrarsi sul meno impegnativo compito di guidare Team USA verso Tokyo 2020.

Come di norma in casa Spurs, nessuna voce sul futuro di “coach Pop” trapela.

La squadra attuale schiera diversi veterani (Pau Gasol, LaMarcus Aldridge, Marco Belinelli, Patty Mills, Rudy Gay), gli Spurs (14-14) tenteranno il 22esimo approdo consecutivo alla post-season, impresa non facile vista la competizione nella Western Conference (san Antonio è attualmente decima) ed i problemi di infortuni e difensivi incontrati in questa prima parte di stagione dal DeMar DeRozan e compagni.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment