Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Heat-Hornets, Whiteside spinge Miami, coach Spoelstra: “Hassan al suo meglio”

Heat-Hornets, Whiteside spinge Miami, coach Spoelstra: “Hassan al suo meglio”

di Michele Gibin

Una doppia-doppia da 18 punti e 15 rimbalzi, con 4 stoppate, di Hassan Whiteside risolve la sfida playoffs tra Miami Heat e Charlotte Hornets.

Allo Spectrum Center di Charlotte, North Carolina, gli Heat (30-34) di Whiteside e di un Kelly Olynyk da 22 punti e 11 rimbalzi colgono una vittoria importantissima, che li proietta all’ottavo posto provvisorio nella Eastern Conference.

91-84 il risultato finale tra Heat-Hornets. Percentuali basse al tiro per le due squadre e tante palle perse (39 in totale a fine gara), Kemba Walker fatica in attacco e chiude con 20 punti e 7 assist, ma con un modesto 5 su 17 al tiro (3 su 10 dalla lunga distanza). Frank Kaminsky, per settimane ai margini delle rotazioni di coach James Borrego, tra i migliori in campo con una prova da 20 punti e 4 su 5 al tiro pesante in 23 minuti, in uscita dalla panchina.

Dopo un terzo quarto a basso punteggio (18-15 Heat), sono gli ospiti a prendere il comando della gara ed a chiuderla con un parziale da 16-2, ispirato dalle triple di Olynyk. Il giocatore canadese parte in quintetto e rimane in campo per ben 44 minuti.

Heat-Hornets, coach Spoelstra: “Whiteside al suo meglio”

Hassan Whiteside, spesso al centro di polemiche circa il proprio ruolo in squadra e nei confronti di coach Eric Spoelstra, si cala alla perfezione nel ruolo di “panchinaro di lusso” affidatogli recentemente dal coach 2 volte campione NBA.

L’ex giocatore dei Sacramento Kings chiude la sua gara con una sontuosa doppia-doppia in soli 20 minuti di utilizzo, in una serata imprecisa al tiro per Dwyane Wade (8 punti con 4 su 15 al tiro), Josh Richardson e Dion Waiters.

Hassan è stato decisivo stasera” così “coach Spo” nel post gara tra Heat-Hornets “Ha avuto un grandissimo impatto su entrambi i lati del campo, questo è Hassan Whiteside al suo meglio“.

La partita di Charlotte è stata un ritorno a casa per Whiteside, originario di Gastonia, North Carolina: “Giocare qui e passare del tempo con mia madre e la mia famiglia mi riporta alla realtà (…) io sono a disposizione di coach Spoelstra, qualsiasi sia il ruolo affidatomi. Quintetto, panchina, io sono pronto“.

Nonostante un minutaggio limitato, Hassan Whiteside si è dimostrato la consueta “macchina da doppie-doppie” per i suoi Miami Heat in questa stagione: in 55 partite disputate (25.1 minuti di media), l’ex Kings ha viaggiato a 12.9 punti, 12.2 rimbalzi e 2.2 stoppate a gara.

Nelle ultime due uscite stagionali, coach Spoelstra ha approfittato di un problema fisico del suo centro titolare per schierare in quintetto il secondo anno da Kentucky Bam Adebayo (10 punti, 5 rimbalzi e 2 stoppate per l’ex Wildcats). I Miami Heat hanno ora una gara di vantaggio su Charlotte Hornets e Orlando Magic, e sono attesi da una serie di 5 partite casalinghe (Cleveland la prima, poi Toronto, Detroit e Milwaukee prima di sfidare di nuovo gli Hornets).

Una serie importantissima per Whiteside e compagni, che cercheranno di distanziare definitivamente le inseguitrici e regalare a Dwyane Wade un’ultima partecipazione ai playoffs NBA.

You may also like

Lascia un commento