Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDenver Nuggets Olimpiadi, Jokic fa tremare la Serbia: “Messo in bocca parole non mie”

Olimpiadi, Jokic fa tremare la Serbia: “Messo in bocca parole non mie”

di Mattia Picchialepri

Nikola Jokic rappresenta il fulcro vitale della nazionale serba, incarnando l’eccellenza nel basket a livello internazionale. La sua visione di gioco unica, abilità nel passare e straordinaria versatilità lo collocano al centro delle speranze e dell’identità della squadra. Nell’ultima Coppa del Mondo, la Serbia non ha potuto contare sull’MVP della NBA, con Jokic che ha preferito riposare dopo la lunghissima stagione che ha disputato, culminata con il titolo vinto. Nonostante si pensasse che la sua presenza alle Olimpiadi di quest’estate fosse scontata, The Joker fa tremare la sua nazione.

Jokic non rassicura la Serbia sulle Olimpiadi: “Ci penso a fine stagione”

Nel corso di ottobre, Bozidar Malijkovic, presidente del Comitato Olimpico della Serbia e rinomato allenatore, aveva ufficializzato il coinvolgimento di Jokic alle prossime Olimpiadi, nel corso di un’intervista a Juan Jimenez di AS.com. “Nella Coppa del Mondo FIBA ​​2023 Non avevamo l’MVP della NBA, Nikola Jokic. Né Vasilije Micic, l’MVP dell’EuroLeague. E nemmeno Nikola Kalinic. A proposito, ho già annunciato che a Parigi saranno tutti, Jokic compreso”.

Nikola Jokic ha lasciato un’impronta indelebile con la nazionale di basket della Serbia, distinguendosi come uno dei giocatori più influenti. La versatilità di Jokic ha contribuito a forgiare un’identità vincente per la nazionale, consolidandola come una forza temibile nel panorama del basket mondiale e guadagnandosi il rispetto globale, dopo aver conquistato la NBA con uno stile di gioco tutto suo. Nel 2016, The Joker ha conquistato il secondo posto alle Olimpiadi, dietro alla corazzata Stati Uniti.

“Le Olimpiadi sono lontane. Alcune persone mi mettono in bocca parole che ho detto qualcosa che non avevo detto. L’allenatore è il primo a conoscere la mia decisione. Parlo sempre con la famiglia e la squadra dopo la stagione”. Così Jokic a Aleksandar Zigic di RTS: la Serbia, dunque, dovrà attendere la decisione del suo giocatore simbolo prima di affrontare nel modo migliore le Olimpiadi.

You may also like

Lascia un commento