Kevin Durant e il gioco degli Warriors: “Certe opinioni sono solo chiacchiere, non fatti”

Kevin Durant warriors

Kevin Durant, out da diverse settimane al seguito di un infortunio rimediato contro i Rockets, ha rilasciato diverse dichiarazioni ai giornalisti. In particolare, il giocatore di Golden State ha parlato sia del suo processo di recupero ma anche delle ormai incessanti opinioni sul presunto miglioramento del gioco degli Warriors in sua assenza.

LE DICHIARAZIONI DI KEVIN DURANT AI CRONISTI SULLA SUA FRANCHIGIA

KD è alla sua terza stagione in maglia Warriors. Per lui 2 titoli Nba conquistati

Con riferimento al secondo quesito, nello specifico, l’ex Thunder non si è stupito di tali pareri degli addetti ai lavori, evidenziando come queste considerazioni siano presenti sin dal suo arrivo nella Baia nell’ormai lontano 2016.

E’ da quando sono qui che sento parlare di “gioco degli Warriors e di KD”. Era sempre un “loro e lui”. So che molti non amano vedermi qui, in un contesto creatosi senza di me, sopratutto dopo tutto quello che ho fatto per unirmi a questa squadra. Capisco le loro sensazioni, ma non le condivido: a mio avviso sono solo chiacchiere, non fatti.

Nonostante ciò, comunque, lo stesso Durant ha ammesso di aver visionato l’ottima qualità di gioco mostrata dai suoi compagni nella serie, appena conclusa, contro i Portland Blazers, vinta con un secco 4-0. Quest’aspetto, comunque, non può che far piacere all’MVP del 2013-2014, il quale ha l’obiettivo di tornare in campo e di rimanere accanto al team.

Mi sto concentrando solo sulla mia riabilitazione e a tifare la squadra. Certo, non è come stare sul parquet, ma o davanti al televisore o seduto in panchina, io sarò al loro fianco ad aiutarli e a dare il mio contributo.

Altre importanti parole sono state poi spese dal nativo di Suitland sulle sensazioni avvertite nell’evento spiacevole a lui occorso durante gara 5 contro Houston.

KEVIN DURANT E IL SUO INFORTUNIO

Il classe 1988 è nella Nba dal 2008, selezionato dagli allora Seattle Supersonics, ora Oklahoma City Thunder.

In merito a tale questione, nel dettaglio, KD ha ammesso come il colpo subito sia stato meno grave di quanto si aspettasse.

Sinceramente pensavo che il tendine d’Achille si fosse lesionato. Rivedendo la clip sul mio infortunio, infatti, ho notato come anche Reggie Miller [telecronista di TNT, ndr] avesse valutato inizialmente così. Per fortuna, non è finita come con Boogie [Cousins, ndr], Bryant o Wilkins.

Allo stato attuale, KD non è stato ancora autorizzato a tornare in campo dallo staff medico degli Warriors. Questi ultimi, infatti, hanno anche annunciato la sua sicura assenza per le prime partite delle Finals, le quali cominceranno il prossimo 30 Maggio.

Aldilà di ogni considerazione, comunque, è evidente come un fuoriclasse assoluto come Durant non possa far altro che giovare agli attuali campioni in carica, che avranno sicuramente bisogno del suo apporto per conquistare il primo three-peat della loro storia. E, forse, stando agli ultimi rumors di mercato, anche per poterlo vedere per le ultime volte vestito con i colori della franchigia californiana.