fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers, Davis e il problema alla spalla: “Non ci penso quando gioco”

Lakers, Davis e il problema alla spalla: “Non ci penso quando gioco”

di Francesco Schinea

Continua a tener banco in casa Los Angeles Lakers la questione relativa al problema alla spalla destra di Anthony Davis. Il giocatore non è al meglio della condizione fisica, ed è pertanto in dubbio per la sfida contro i Phoenix Suns.

Una caduta, subita in occasione della sconfitta dei giallo-viola contro i Toronto Raptors, sembrerebbe inoltre aver aggravato il dolore alla spalla di AD. La star ex-Pelicans ha però minimizzato l’entità dell’infortunio, continuando a restare in campo:

“Sento di poter fare tutto. Più non ci penso, più mi è facile giocare”

Nonostante le condizioni precarie con cui sta facendo i conti, il rendimento di Davis nelle prime partite di regular season è stato elevato. Ha realizzato 26.6 punti, 10.2 rimbalzi e 3.1 stoppate nei 9 match disputati fin qui dai Lakers. Il suo contributo è stato pertanto fondamentale nel permettere ai giallo-viola di collezionare 7 vittorie e 2 sconfitte.

Lakers, coach Vogel su Davis: “Vuole giocare”

Lo staff medico dei Lakers sta monitorando con grande attenzione la situazione, come affermato anche da coach Frank Vogel: “Vuole essere lì. Non lascerà che qualcosa lo rallenti”, ha detto. “Se può giocare, lo farà, anche se dolorante. Dobbiamo solo assicurarci che sia fatto in modo intelligente. Se è troppo rischioso sicuramente non giocherà”.

Nonostante la grande voglia da parte di Davis di scendere in campo, i Lakers faranno di tutto per preservarlo durante la regular season. L’obbiettivo dei giallo-viola resta infatti il titolo, e pertanto AD potrebbe essere risparmiato durante la stagione per arrivare al meglio della condizione nei playoffs.

Al momento però Anthony Davis non vuole assolutamente sentir parlare di ‘load management’.

“Se scendo in campo, il mio obbiettivo è giocare ed aiutare la mia squadra a vincere, e questo è ciò che ho intenzione di fare. Se mai arrivassimo a un punto in cui credo di star facendo del male alla squadra, allora potrei dover riconsiderare alcune cose”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi