Home NBA, National Basketball AssociationLeBron James LeBron James, record di minuti giocati e peggior sconfitta in carriera

LeBron James, record di minuti giocati e peggior sconfitta in carriera

di Michele Gibin
lebron record minuti

LeBron James sigla il nuovo record per minuti giocati in carriera da un giocatore NBA con 66319, ma lo fa nel giorno in cui rimedia la peggior sconfitta della carriera per punti di scarto, un disastroso 138-94 rifilato dai Philadelphia 76ers ai suoi Los Angeles Lakers.

LeBron ha superato Kareem Abdul-Jabbar anche in quest’ultima classifica di longevità, un traguardo storico però oscurato da una sconfitta ai limiti dell’imbarazzo per i Lakers, che sono sotto di 15-20 punti per quasi tre quarti di gioco, e nel quarto quarto sostanzialmente non scendono in campo e e Philadelphia chiude la partita con 40-14 di parziale. James gioca 30 minuti per 18 punti con 5 assist, dall’altra parte Joel Embiid domina con una tripla doppia da 30 punti, 11 rimbalzi e 11 assist in 31 minuti.

I Sixers segnano 22 delle 26 triple tentate, Tyrese Maxey segna 31 punti e persino Marcus Morris Sr si fa vedere dalla panchina con 16 punti, i Lakers commettono 17 palle perse e a poco serve la doppia doppia da 17 punti con 11 rimbalzi di Anthony Davis. Per i gialloviola che avevano vinto a Cleveland in trasferta due giorni prima, è un passo indietro in termini di intensità.

Il record? Non importa un gran che. Qui ci sono un bel poì di cose da sistemare per evitare che accada ancora“, ha commentato LeBron James Oggi ci hanno ammazzato al tiro da tre punti. Come si risponde di squadra a una rigirata del genere? Io non lo so, so solo come reagirò io, e a me non è piaciuta neppure un po’“.

Austin Reaves non è stato meno tenero: “Allora, hanno segnato davvero tanto da tre, e soprattutto ci hanno fatto il c**o. Come si reagisce? Ci si mette lì e si riguarda che cosa è successo“. Concetto, quello del rivedersi in video e allo specchio, ripreso da Davis: “Ora abbiamo un’opportunità per sederci e guardare cosa è successo, e parlarne. Però sappiamo che mercoledì abbiamo un’altra partita, e allora non possiamo stare troppo a rimuginare su oggi. Guardiamo i video, ma poi prepariamoci per mercoledì e giovedì, facciamo nostra questa sconfitta e accettiamola, non prendiamo niente sul personale e andiamo avanti (…) non penso che in squadra abbiamo giocatori che prendano sul personale un rimprovero o un errore. E se questo dovesse succedere, allora ne parleremo“.

I Sixers (12-5) hanno reagito con due vittorie contro Thunder e Lakers al primo momento megativo della loro stagione, dopo aver ceduto James Harden agli LA Clippers, Philadelphia continua a viaggiare al ritmo delle migliori nella Eastern Conference e Joel Embiid con 32.0 punti di media è ancora il miglior realizzatore della NBA.

You may also like

Lascia un commento