fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Luka Doncic era convinto che i Sacramento Kings lo avrebbero scelto nel 2018

Luka Doncic era convinto che i Sacramento Kings lo avrebbero scelto nel 2018

di Michele Gibin

Luka Doncic svela un retroscena che lo coinvolse prima del draft NBA 2018, e gira il coltello nella piaga dei tifosi dei Sacramento Kings. Lo sloveno ha infatti svelato come i Kings lo osservarono con grande interesse volando anche a Madrid, per poi decidere di puntare su Marvin Bagley III al draft.

Doncic fu scelto con la chiamata numero 3 dagli Atlanta Hawks e subito girato ai Dallas Mavericks in cambio di Trae Young, ed a Michael Lee di The Athletic ha raccontato di come fosse sicuro, la notte del 24 giugno 2018, che i Sacramento Kings avrebbero finito per sceglierlo.

I Kings vennero a Madrid per vedermi giocare (col Real Madrid, ndr), arrivò anche il proprietario“, ricorda Luka “Vennero tutti, ero davvero convinto che mi avrebbero scelto loro (…) poi non lo fecero, credo fossero diffidenti dell’Europa, del fatto che venissi dall’Eurolega probabilmente“.

All’epoca, i Sacramento Kings avevano selezionato solo un anno prima la point guard De’Aaron Fox, che oggi al netto degli infortuni si sta dimostrando una delle guardie giovani più forti e promettenti della NBA. Bagley III rappresentava per Vlade Divac una scelta più organica rispetto a Doncic, vista anche la folta pattuglia di guardie di talento (Fox, Buddy Hield ed il serbo Bogdan Bogdanovic) a disposizione.

La stagione da MVP di Luka Doncic, con dei Dallas Mavericks lanciati verso un ritorno ai playoffs ad appena un anno di distanza dalla fine dell’era Dirk Nowitzki, rischia di far passare in secondo piano il valore comunque alto ed il potenziale dei suoi immediati colleghi di draft Trae Young (altro possibile All-Star, seppur in una delle peggiori squadre della lega), DeAndre Ayton e Bagley III, protagonista fin qui suo malgrado di una seconda stagione costellata da infortuni, dopo la buonissima stagione da rookie.

Non si vede dunque all’orizzonte nessuno scenario Sam Bowie-Michael Jordan, oppure Greg Oden-Kevin Durant (o Jonny Flynn-Steph Curry, ma la lista sarebbe lunga….) per Kings e Suns, sebbene il draft NBA 2018 sia già, a suo modo, passato alla storia come “quello in cui Doncic non fu la prima scelta assoluta“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi