Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Doc Rivers: “James Harden non è ancora al 100%”

Doc Rivers: “James Harden non è ancora al 100%”

di Alessio Modarelli
james harden contratto

Con la qualificazione ai playoffs che aspetta solo di diventare nei prossimi giorni matematica certezza, i Philadelphia 76ers guardano in casa, e lo fanno con particolare attenzione sulle condizioni fisiche di James Harden. The Beard è ancora alle prese con un instancabile fastidio al bicipite femorale destro, problema che lo tartassa sin dalla scorsa stagione in maglia Nets.

L’ex Rockets era arrivato in pompa magna nella Grande Mela, l’uomo che assieme al duo Irving-Durant avrebbe dovuto consegnare il titolo NBA nelle mani dei newyorchesi.

Tuttavia una chimica mai pienamente sbocciata, unita a una tenuta precaria e un roster ricco di avversità, hanno coronato il fallimento di una scelta sulla carta vincente.

Il numero 13, in questa breve e intensa parentesi, aveva saltato 24 delle 25 partite giocate da Brooklyn in regular season. In seguito avrebbe riassaggiato il campo al primo turno contro Boston, salvo essere costretto a un nuovo stop nel round successivo contro Milwaukee. Tappa fatale nel viaggio verso il titolo della passata annata.

Nella campagna corrente invece, Harden è riuscito finalmente a trovare una continuità di minuti, svilita però da prestazioni a corrente alterna riconducibili sempre al perpetuo fastidio al ginocchio sinistro.

A febbraio, mese che lo ha visto trasferirsi nella città dell’amore fraterno, il cestista losangelino ha incrociato il parquet con il contagocce. Ancora una volta, causa del suo male, è stato un problema al bicipite femorale destro.

Sbarcato in Pennsylvania, l’asso californiano è stato affidato alle attenzioni del talentuoso Simon Rice, preparatore atletico della formazione biancoazzurra.

Tra allenamenti di gruppo e sedute personalizzate, James Harden ha acquisito progressivamente una buona condizione, testimoniata da alcune prestazioni eccellenti  in partita.

Parimenti il dolore al ginocchio, non ha conosciuto quei progressi che in primis il giocatore si aspettava.

Nondimeno come riportato da Keith Pompey del Philadelphia Inquirer, il tecnico Doc Rivers si è espresso con grande fermezza circa la certezza di un pronto reintegro della sua stella, confidando altresì grande fiducia nel programma di recupero stilato da Rice.

“Siamo fortunati ad avere persone preparate come Simon. Ha scritto tre o quattro libri sugli infortuni al ginocchio. James si è fidato di lui al 100% (…) È divertente pensare che James, una volta che aveva avuto quegli infortuni, non voleva giocare alla massima velocità, perché è così che di solito ci si fa male. La filosofia di Simon è l’esatto opposto, farlo giocare ad alta velocità per condizionare il tendine del ginocchio ad essere in grado di giocare a elevato ritmo. Tuttavia la situazione è ancora in fase di evoluzione Ma in tre settimane, pensiamo davvero che possa tornare al 100%”.

You may also like

Lascia un commento