fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets, Westbrook pronto per i Lakers: “Non temo mai l’avversario”

Rockets, Westbrook pronto per i Lakers: “Non temo mai l’avversario”

di Dennis Izzo

Dopo essersi aggiudicati la serie del primo turno con gli Oklahoma City Thunder al termine di una gara 7 da brividi, gli Houston Rockets non hanno molto tempo per staccare la spina: stanotte, infatti, si disputerà gara 1 delle semifinali di Conference contro i Los Angeles Lakers. Russell Westbrook e James Harden da una parte, Anthony Davis e LeBron James dall’altra. Saranno loro i quattro protagonisti della sfida, ma non è da escludere che i role players possano fare la differenza, come spesso avviene nei duelli tra due squadre di livello simile, dato che di solito le superstar ricevono le attenzioni maggiori da parte delle difese.

Tra i quattro All-Star sopracitati, di cui tre MVP (tutti tranne Davis), Westbrook è senz’altro uno dei giocatori più attesi, anche perché nel primo turno contro i Thunder, sua ex squadra, non ha avuto modo di avere l’impatto che ci si aspetta da un giocatore del suo livello. Out per un problema al quadricipite nelle prime quattro gare, infatti, il numero 0 dei Rockets non è riuscito a lasciare il segno in gara-5 (appena 7 punti, 6 rimbalzi, 7 assist e un recupero con 3/13 al tiro) e in gara 6, in quest’ultimo caso non tanto per i numeri fatti registrare, tutto sommato positivi (17 punti, 4 rimbalzi, 3 assist e una palla recuperata con 8/15 dal campo e 1/2 da tre), quanto piuttosto per le sette palle perse, di cui quella nel finale che ha decretato la sconfitta dei suoi.

Westbrook carico: sarà lui a fare la differenza coi Lakers?

Già protagonista di due serie playoffs contro i Lakers in carriera (una persa 4-2 al primo turno nel 2010, l’altra vinta 4-1 in semifinale di Conference nel 2012), in entrambi i casi con la maglia degli Oklahoma City Thunder, Westbrook ha fatto registrare medie di ben 38 punti, 8.5 rimbalzi, 6 assist e 2 palle rubate col 63% dal campo e il 50% da dietro l’arco nei due match disputati quest’anno in regular season contro i gialloviola. “Quando giochiamo come sappiamo fare, è difficile per chiunque batterci. Il nostro compito è quello di cercare di affrontare questa serie nel migliore dei modi. I Lakers sono una grande squadra e lo hanno dimostrato tantissime volte nel corso di questa stagione, ma non mi preoccupo mai dell’avversario.”, le parole dell’MVP della stagione 2016\17.

Impiegato con minutaggio limitato (28.3 minuti per partita nelle tre gare disputate, di cui 24 in gara-5, 27 in gara 6 e 34 in gara 7), Westbrook ha dato un contributo decisamente maggiore nella partita decisiva di pochi giorni fa, mettendo a referto 20 punti, 9 rimbalzi e 2 assist col 45% al tiro (9/20). Nella serie coi Lakers, The Brodie sarà chiamato a alzare l’asticella, anche perché la difesa dei gialloviola si concentrerà soprattutto su James Harden, che già nelle sette partite contro i Thunder ha dovuto fare i conti con la super difesa del rookie Lu Dort.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi