fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Utah Jazz alla decima vittoria di fila, Nets KO e Mitchell: “Siamo in palla!”

Utah Jazz alla decima vittoria di fila, Nets KO e Mitchell: “Siamo in palla!”

di Michele Gibin

Kyrie Irving non paga pegno alla sua seconda partita dopo i due mesi di assenza per infortunio, ma gli Utah Jazz delle ultime dieci partite non sono negoziabili e sbancano il Barclays Center di Brooklyn per 118-107.

Joe Ingles ritocca il suo massimo in carriera, e chiude con 27 punti e 6 su 8 al tiro da tre, Rudy Gobert lascia le briciole sotto canestro a Jarrett Allen e chiude con 22 punti e 18 rimbalzi. Jordan Clarkson prosegue nella sua ricerca di quello che potrebbe essere a fine stagione – se l’ex Cleveland Cavs diventasse eleggibile – uno dei premi di sesto uomo dell’anno meno pronosticabili di sempre.

Gli equilibri in casa Brooklyn Nets, per contro non si riassesteranno dall’oggi al domani col ritorno di Irving: l’ex Celtics chiude con 32 punti e 11 assist (12 su 19 al tiro) in 32 minuti, ma i Nets faticano in attacco (8 su 26 al tiro da tre) con Spencer Dinwiddie che colleziona 4 palle perse, ed un Caris LeVert impreciso.

Molti meriti vanno agli Utah Jazz, alla decima vittoria consecutiva, ed alla quindicesima nelle ultime sedici. “Rudy (Gobert, ndr) è stato fantastico oggi” Così coach Quinn Snyder “Una prova dominante la sua, sia in attacco che in difesa. Joe Ingles è stato grande, Mudiay e Clarkson ci hanno dato energia dalla panchina, Donovan (Mitchell, ndr) ha attaccato il canestro con efficacia“.

Tutto perfetto per i Jazz, che – parola di Mitchell – si trovano oggi “in a groove“, in ritmo. 4 su 4 al tiro da tre per Utah per aprire il terzo quarto e tenere a distanza i Nets, con Bojan Bogdanovic che chiude con 18 punti e con Mitchell che segna gli ultimi 14 punti della squadra nel quarto periodo.

Gli Utah Jazz, il cui periodo d’oro è coinciso per ora con l’assenza per infortunio del grande acquisto estivo Mike Conley, hanno dimostrato in questa stagione fin qui una solidità fuori casa che negli anni scorsi era mancata: 13-9 il record in trasferta per i Jazz, numeri migliori di quelli delle rivali Los Angeles Clippers e Houston Rockets, ed in linea con quelli dei Denver Nuggets. Per i Jazz (28-12), la vittoria di Brooklyn vale oggi il secondo posto solitario nella Western Conference, dietro agli imprendibili Los Angeles Lakers.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi