Bene gli Warrios contro i Clippers, Durant e Beverley se le danno e vengono espulsi, KD: “E’ stato divertente”

kevin durant out per gara 1

I Golden State Warriors superano, sul parquet della Oracle Arena, i Los Angeles Clippers per 104-121. Sono stati l’unica testa di serie ad ottenere il segno W, in una prima serata Playoff in cui Philadelphia 76ers, Toronto Raptors e Denver Nuggets sono tutte cadute, a sorpresa.

Gli Warriors sono stati praticamente sempre in controllo del match, a partire dalla seconda metà del primo quarto, spinti da un 5/5 al tiro di Draymond Green nel periodo d’apertura. Il numero 23 ha chiuso poi con 17 punti. Molto bene Steph Curry che chiude con 38 punti, 15 rimbalzi e 7 assist, sfiorando una tripla doppia, statistica insolita per il due volte MVP.

Curry ha segnato inoltre 8 triple, superando Ray Allen per tiri da oltre l’arco realizzati in Postseason. Ora è il detentore del record.

Ai Clippers non sono bastati i 26 di Montrezl Harrel e i 25 di Lou Williams in uscita dalla panchina. Un po’ opaco Danilo Gallinari, con 15 punti e un 4/14 al tiro, conditi da un fallo tecnico a fine secondo quarto.

Durant – Beverley, ci siamo divertiti..

La vera storia della partita sono state, tuttavia, le ripetute scaramucce tra Kevin Durant e Patrick Beverley, che sono culminate con l’espulsione di entrambi.

Per tutta la partita Beverley ha provato a entrare nella testa di KD, provocandolo a parole, ma non solo. Dopo poco più di un minuto di gioco nel terzo quarto viene chiamato un fallo alla guardia dei Clippers proprio su KD. Beverley così inizia a mimare in modo canzonatorio le movenze dell’avversario.

I due hanno continuato con i botta e risposta, fino a 4:45 al termine dell’incontro, quando Durant sbatte Beverley sul parquet di Oakland e lo raggiunge per urlargli dall’alto qualche parolina non molto amichevole. Risultato: entrambi espulsi.

Nel post partita il numero 35 degli Warriors ha parlato così per Nick Friedell di ESPN:

“Conosco Pat, ci gioco contro da quando stava ad Arkansas. E’ un ragazzo di Chicago, è cresciuto lì. Quei ragazzi giocano con un altro tipo di cattiveria, per cui apprezzo questo lato di Pat. (…) Quando ci giochi contro sai cosa aspettarti, tanta fisicità. Tormenta un po’ la tua partita con fisicità e con le parole, è il suo modo di giocare, e i Clippers lo supportano. Perciò dico che è stato divertente”.

Anche Beverley ha suffragato la tesi del divertimento:

“Ci siamo divertiti, abbiamo lottato. L’avrei preferito se gli arbitri non avessero fatto quelle chiamate un po’ gratuite. Ma forse lo capisco, siamo a gara 1 e vogliono un po’ mettere dei paletti per tutta la serie. Tuttavia questi sono i Playoff, la gente vuole vedere il basket giocato”.

Ora Durant deve stare attento: ai Playoff dopo sette falli tecnici scatta la sospensione, e lui ne ha presi già due nella prima partita del primo turno. Tuttavia, mentre Coach Steve Kerr è più infastidito dai tenici che dall’espulsione in sè, KD non sembra preoccuparsi:

“Mi so controllare!”