Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors KO contro i Kings e fuori dal torneo, Paul e Payton II infortunati

Warriors KO contro i Kings e fuori dal torneo, Paul e Payton II infortunati

di Michele Gibin

Beffati da Malik Monk, eliminati dall’In-season tournament alla fase a gironi e con gli infortuni per Chris Paul e Gary Payton II, i Golden State Warriors (8-10) non stanno vivendo un buon inizio di stagione, tutt’altro.

Al Chase Center di San Francisco gli Warriors avevano bisogno di una vittoria con almeno 12 punti di scarto per passare ai quarti di finale della NBA Cup, e alla fine del terzo periodo vincevano per 104-94. Nel quarto quarto Malik Monk e De’Aaron Fox hanno guidato la rimonta dei Kings, che a propria volta giocavano per agguantare i quarti di finale, Sacramento ha vinto la frazione per 29-19.

Golden State conduceva ancora di 5 punti a 59 secondi dal termine grazie a un canestro di Andrew Wiggins, in ripresa nelle ultime partite. Dopo una palla persa di Stephen Curry però, Sacramento ha segnato 4 punti in fila e si è riportata a -1.

A completare il pasticcio Warriors ci ha pensato Draymond Green, che rientrava dalla sospensione di 5 partite per aver tentato di strangolare Rudy Gobert durante una rissa contro i Timberwolves (e che avrebbe fatto meglio a restare a casa, visto come ha giocato…), con una seconda palla persa. Dray non si intende con Klay Thompson e tenta un assist su un taglio back door che non c’è, e a 29 secondi dalla fine Sacramento ha un ultimo possesso.

Possesso caotico, in cui Fox rischia di perdere a sua volta la palla e si salva con un timeout. Dopo la rimessa, sul raddoppio della difesa Warriors De’Aaron Fox scarica il pallone a Kevin Huerter, che nell’angolo destro trova Malik Monk, l’ex Lakers attacca in palleggio contro Wiggins che difende bene, e dal gomito lascia partire un tiro fuori equilibrio e in controtempo, che va dentro appoggiato al tabellone per il 124-123 Kings. Che sarà poi il risultato finale, sull’ultima azione di Golden State e senza più timeout, Curry tenterà un tiro difficile da 9 metri, corto sul primo ferro.

I Golden State Warriors hanno giocato dal secondo quarto in poi senza Chris Paul, infortunatosi alla gamba sinistra durante il primo periodo, e dalla fine del terzo quarto anche senza Gary Payton II che ha accusato un sospetto stiramento al polpaccio destro. Andrew Wiggins e Stephen Curry hanno segnato 29 punti a testa, l’ex Twolves ha mostrato segni di ripresa e più brillantezza fisica nelle ultime partite mentre Steph non è al meglio, reduce da un problema al ginocchio destro su cui sta giocando. Per lui 4 su 12 da tre e 10 rimbalzi con 6 assist e 5 palle perse, per Klay Thompson 20 punti mentre Green ha chiuso con 4 palle perse e 3 assist, sono stati alla fine 18 i palloni totali buttati da Golden State.

Per i Sacramento Kings 29 punti in 40 minuti di De’Aaron Fox, con 9 rimbalzi, 7 assist e un curioso 9 su 17 ai tiri liberi, per Kevin Huerter 21 punti così come per l’uomo-partita Malik Monk. Sacramento ha tentato ben 42 tiri liberi (27 su 42).

You may also like

Lascia un commento