Jabari Parker-New York Knicks, interesse “preliminare” della franchigia della Grande Mela per l’ex Milwaukee Bucks.

Come riportato da Ian Begley di ESPN, i Knicks sarebbero tra le tante squadre ad aver mostrato interesse per Parker, reso disponibile sul mercato dai Chicago Bulls.

L’ex scelta assoluta numer 2 al draft NBA 2014 pare non rientrare più nei piani dei nuovi Chicago Bulls di Jim Boylen, deciso a puntare su Lauri Markkanen e Wendell Carter Jr per il nuovo corso inaugurato nella Windy City, dopo la cacciata di coach Fred Hoiberg.

Il grande potenziale solo parzialmente espresso da Parker in quattro anni, a causa di due gravi infortuni al ginocchio destro, ed un contratto oneroso (biennale da circa 40 milioni di dollari complessivi) ma con condizioni favorevoli (team option sull’ultimo dei due anni) rendono l’ex Duke Blue Devils uno dei nomi caldi del mercato NBA in vista della trade dedline del prossimo 7 febbraio.

Tra le squadre interessate a Jabari Parker potrebbero esserci gli Utah Jazz, alla ricerca di un giocatore con punti nelle mani che possa “allentare” la pressione difensiva sul secondo anno da Louisville Donovan Mitchell. Uno scambio alla pari tra Parker e Derrick Favors potrebbe essere una soluzione gradite per entrambe le squadre.

Jabari Parker-New York Knicks, lo scenario

 

I New York Knicks in piena ricostruzione, di squadra ed identità sotto la guida di coach David Fizdale, guardano con fiducia ed attesa alla prossima free agency. I Knicks andranno in cerca del grande colpo, e cercheranno di convincere uno tra Kevin Durant, Kemba Walker, Klay Thompson, Khris Middleton o Kawhi Leonard a raggiungere il lettone Kristaps Porzingis al Madison Square Garden.

In estate diverranno free agent Enes Kanter, Trey Burke ed Emmanuel Mudiay. I Knicks dovranno proporre adeguata estensione contrattuale a Porzingis, ed il duo GM-Presidente Perry-Mills ha già reso noto di voler testare le condizioni fisiche del lettone prima di parlare di cifre.

Dopo la risoluzione del contratto di Joakim Noah, i New York Knicks hanno bisogno di liberare ulteriore spazio salariale per puntare al bersaglio grosso Kevin Durant, eleggibile per un “supermax contract” da circa 190 milioni di dollari in quattro anni. Per farlo, il front office di NY dovrà trovare acquirenti per il contratto di Courtney Lee (ancora due anni e circa 25 milioni di dollari garantiti).

Un pacchetto Jabari Parker-New York Knicks che preveda Lee, ed uno (o due) tra Lance Thomas, Mudiay o Frank Ntilikina ai Bulls funzionerebbe dal punto di vista finanziario. Giocatori come Lee e Thomas, veterani e buoni difensori, potrebbero fare al caso dei Bulls, sebbene i due anni di contratto ancora dovuti ai due potrebbero frenare gli entusiasmi.

Frank Ntilikina, scelto con la chiamata numero 8 al draft NBA 2017, ha mostrato segnali di crescita durante il suo primo anno e mezzo a New York, nonostante alti e bassi comprensibili per un giocatore di appena 20 anni. La sua capacità di giocare sia da point guard che da shooting guard, e doti difensive superiori, lo rendono un prospetto interessante per i Chicago Bulls.

Per New York, la mossa Parker avrebbe tutti i toni di un’operazione di cap-relief. Ai Knicks l’ex Bucks potrebbe però trovare minuti e possessi, ed una nuova vetrina per tentare un rilancio, in vista di una probabile nuova free agency. La rotazione nello spot di ala forte di coach Fizdale vede impiegati i soli Kevin Knox, Noah Vonleh e Lance Thomas.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.