Finals NBA, scintille tra Beyonce e Nicole Curran | Nba Passion
140287
post-template-default,single,single-post,postid-140287,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Finals NBA, scintille tra Beyonce e Nicole Curran

nicole curran

Finals NBA, scintille tra Beyonce e Nicole Curran

Nicole Curran, moglie del co-proprietario dei Golden State Warriors Joe Lacob, ha riferito di aver ricevuto addirittura minacce di morte via social a seguito della reazione, definita da molti “tutt’altro che allegra” da parte della regina del pop, nonché moglie del rapper Jay-Z, Beyonce.

Minacce di morte arrivate al termine della vittoria dei Toronto Raptors contro Curry e compagni in gara 3 delle NBA Finals. Jay-Z e Beyoncè, presenti alla Oracle Arena in veste di ospiti d’onore, si sono resi protagonisti di un episodio apparentemente banale, che ha avuto notevoli ripercussioni sulla vita privata della signora Curran.

Nicole Curran sull’accaduto: “ho cercato solo di essere gentile”

A fare luce su quanto accaduto, ci ha pensato una breve sequenza filmata di ESPN. Nella quale si vede chiaramente la celebre coppia intenta a godersi lo spettacolo delle Finals. L’armonia che regna tra le due star della musica mondiale si rompe improvvisamente quando la moglie di Lacob, sporgendosi oltre la cantante, rivolge una domanda al rapper nativo di New York. Il sorriso di Beyonce, lascia il posto ad una smorfia di disappunto ripresa immediatamente dalle telecamere.

La Curran, parlando con la giornalista di ESPN Ramona Shelburne, afferma: “ho chiesto loro cosa volessero da bere, era un gesto gentile. Non è la prima volta che invitiamo Jay-Z e Beyonce alla Oracle Arena. Non ci sono mai stati problemi, così come ieri sera. Ho solo chiesto se volessero qualcosa da bere”.

Nicole Curran ha aggiunto poi: “Beyonce ha risposto che gradiva dell’acqua, mentre Jay-Z ha chiesto una Vodka Soda. A quel punto gli ho domandato se la gradisse con del lime. A causa del rumore della folla, ho dovuto sporgermi addosso a lei per riuscire a farmi sentire. Ironia della sorte, le telecamere hanno ripreso proprio quel momento. Non volevo essere scortese, cercavo solo di comportarmi come una buona padrona di casa”

La first lady degli Warriors ha concluso l’intervista schierandosi apertamente contro il cyber-bullisimo.

Questa è la prima volta che sperimento sulla mia pelle il cyber-bullismo. Non riesco ancora a capire come i giocatori riescano a convivere quotidianamente con insulti e minacce di ogni tipo. Purtroppo a questo fenomeno sono esposti non solo giocatori e celebrità, ma anche bambini e ragazzi”.

Alessandro Lorenzi
Alessandrolorenzi26@gmail.com
No Comments

Post A Comment