Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Gender pay gap, una questione irrisolta: Michael Porter Jr e la sua recente gaffe

Gender pay gap, una questione irrisolta: Michael Porter Jr e la sua recente gaffe

di Carmen Apadula
Porter Jr. ritorno

Il divario retributivo tra le giocatrici WNBA e i giocatori NBA rimane un problema significativo che sottolinea la disparità tra gli sport professionistici maschili e femminili.

Con il salario massimo WNBA che è stato pari solo a 235.000 dollari nel 2023, rispetto al salario minimo della NBA che raggiunge 1.1 milione di dollari per la stessa stagione, la discrepanza finanziaria è netta.

Nonostante gli ostacoli finanziari, le giocatrici della WNBA hanno dimostrato una notevole resilienza e ingegnosità nel gestire i loro guadagni e nel perseguire fonti di reddito alternative.

Numerose atlete sfruttano le loro abilità e le loro iniziative imprenditoriali, come le apparizioni nei media, i ruoli di coach e le iniziative commerciali, per mantenere la stabilità finanziaria.

C’è già stata una lunga serie di discussioni sulla parità di retribuzione. I sostenitori di entrambe le parti hanno punti di vista diversi, rendendolo un argomento discutibile.

Ogni anno nascono numerosi nuovi podcast, condotti da ex atleti o giocatori. Tendono a guadagnare molta attenzione da parte dei fan, che vogliono scoprire storie non raccontate, sentire opinioni piccanti e altro ancora. 

Di recente, Michael Porter Jr. ha rilasciato alcune dichiarazioni controverse sulla WNBA e sul divario salariale, scatenando una polemica e attirando le reazioni dei fan di tutto il mondo.

MPJ ha parlato a The Pivot Podcast, condotto da Channing Crowder, Fred Taylor e Ryan Clark.

“So che queste donne vogliono essere pagate di più e che hanno molto talento, ma anche un famoso giocatore di ping pong, il miglior giocatore di ping pong ha lo stesso talento del miglior giocatore di basket al mondo. Questo non significa che saranno pagati allo stesso modo, perché c’è differenza riguardo quello che la gente vuole guardare” ha dichiarato.

Tuttavia, i fan hanno analizzato la questione. Mentre alcuni si sono schierati dalla parte di Porter, altri si sono scatenati nella sezione commenti del post.

Un utente di X ha scritto: “Non credo di aver mai perso la testa su quest’app, ma Michael Porter Jr. è andato molto vicino a farlo succedere. Un pagliaccio del più alto ordine circense. Fai i microfoni dei podcast a 100.000 dollari l’uno. Vi sto guardando in modo strano. Di nuovo. Tutti quelli coinvolti”.

Oppure ancora: “Cavolo! Michael Porter Jr. ha paragonato le giocatrici WNBA alle giocatrici di ping pong. Non vedo l’ora di vedere le conseguenze di questo paragone”.

MPJ potrebbe aver cercato di far capire il suo punto di vista con un paragone, ma molte star della WNBA non hanno apprezzato il tutto. A’ja Wilson, ad esempio, è andata su X e ha dichiarato di aver bisogno di vedere l’intera intervista prima di reagire alla dichiarazione. “Ho bisogno di vedere tutto prima di fare una scenata, perché non è possibile che abbia detto che siamo equivalenti ai giocatori di ping pong” sostiene.

Lexie Brown, invece, aveva già le idee chiare: ”Quando penso che la clip non possa diventare peggiore…diventa ancora peggiore”.

MPJ non immaginava che la sua dichiarazione avrebbe finito per creare un tale scalpore sui social media. Ora, per lui sarà difficile. 

Qualunque sia il suo obiettivo o la sua mentalità, sicuramente nulla è andato come aveva previsto. E dato che la questione delle retribuzioni tra la NBA e la WNBA è un tema caldo da anni, MPJ potrebbe trovarsi ad affrontare ancora più critiche sui social.

E, anche se il giocatore dei Denver Nuggets ritratta la sua dichiarazione o si scusa, i suoi commenti rimarranno nella mente degli utenti per gli anni a venire.

You may also like

Lascia un commento